Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 0
Visitatori: 8

FAQ

Main »» Le domande del novizio: iniziare a fumare la pipa

Indice delle domande


Preambolo per il neofita (e non solo)

Mettiamo subito in chiaro una cosa: questa non è la Bibbia, nè il Vangelo nè la Thora nè il Corano nè un qualsiasi testo sacro.
Ergo: tutto quello che trovate scritto sulle FAQ è di provenienza umana e dunque fallace.
Se seguite i consigli (per i neofiti) e non vi trovate bene potete -anzi DOVETE- scrivercelo, magari evitando di mandarci mille accidenti e limitando il più possibile le epressioni da lupanare occidentale.
Se non siete d'accordo con qualche risposta (per i "veci") fatecelo sapere e ne discuteremo insieme.
Insomma...le FAQ sono un work in progress (o in regress? spero la prima! ) e nulla di quanto scritto qui è sacro e intoccabile.
Le FAQ le scrivono materialmente i faqker, ma sono aperte a qualsiasi critica e alla civile discussione.
Nonostante quel che dicono alcuni, in questo sito non c'è una tirannide nè un sovrano assoluto. Siamo -si spera- un gruppo di amici della pipa con tutto l'interesse di creare altri amici della pipa (almeno finchè un emissario sirchiano non ci tapperà la bocca ).
QUI LA DIVERSITA' DI OPINIONI (non sessuali...o almeno non secondo tutti ) E' APPREZZATA E INCORAGGIATA PERCHE' FONTE DI RICCHEZZA!

(lavoisier)

Voglio iniziare a fumare la pipa. Di che ho bisogno?

Il neofita che si avvicina alla pipa spesso ha un mentore, sia esso un tabaccaio, il nonno pipatore o l'amico. Per chi non ha la fortuna di incappare in queste figure, ecco un prontuario rapido!

Per fumare la pipa c'è bisogno

* di una pipa

* di una busta o scatola di tabacco

* di un po' di fiammiferi o un accendino

* di un curapipe (o pigino)

* di un po' di scovolini

Tutto questo materiale si trova comunemente in tutte le tabaccherie con un minimo di attrezzatura. Ma piano prima di metter mano al portafoglio! Leggere oltre!!!

(lavoisier)

Che pipa per iniziare?

E qui ci sarebbe da scrivere la Bibbia, con tutte le risposte che dovrebbero fioccare! Il mio modestissimo parere è: iniziate con una pipa non troppo costosa (25€-60€ a seconda delle possibilità). Se non avete mai fumato la pipa non ha senso iniziare con una costosissima Dunhill o con una Baldo Baldi: se poi scoprite che fumare la pipa non vi piace avrete buttato centinaia di Euro al vento!

Se poi siete ricchi e potete permettervi una Dunhill come prima pipa tenete presente quanto segue:
1) meditate seriamente sull'opportunità di dare un po' dei vostri soldi a Lavoisier...la vostra generosità sarà premiata!
2) se scoprite che non vi piace fumare la pipa prima di buttare la Dunhill fate un fischio a Lavoisier: ci penserà lui a liberarvene!

P.S. Questi due punti NON sono contestabili

(lavoisier)

Devo comprare la mia prima pipa. Cosa guardare?

L'acquisto della prima pipa (e di una pipa in generale) è sempre un momento topico nella vita del fumatore. Chi acquista la prima pipa se ne freghi allegramente di ricercatezze estetiche (fiamme, occhi di pernice...) e badi a cose più sostanziali. In particolare si può consigliare:

a) verificare se il bocchino si incastra bene nel cannello.
Smontate pure la pipa ruotando con delicatezza il bocchino ed esercitando una lieve trazione. Se ci vuole una forza erculea o se il bocchino vi rimane in mano non appena lo afferrate, forse è il caso di pensare a cambiar pipa. Un leggero gioco del perno o una lieve resistenza sono ammissibili, ma se queste caratteristiche sono esagerate lasciate stare! (o almeno, io faccio così). Un bocchino troppo stretto può essere aggiustato facilmente, per uno troppo largo è un po' più difficile.

b) verificare i difetti della radica (stuccature, piccole fessure) all'interno del fornello. Se vedete delle crepe lasciate stare: quella pipa è una buona candidata ad una trista bruciatura! L'interno della pipa deve essere omogeneo. A volte alcuni artigiani lasciano nel fornello delle leggere abrasioni. Servono a favorire la formazione della crosta di carbone e dunque NON sono un difetto!

c) verificare i difetti della radica all' esterno (stuccature, fessurine, punti neri, zone con la venatura troppo diradata) e giudicate se il prezzo è all'altezza dell'oggetto (con un po' di pratica sarà facile farsi almeno un'idea del valore economico della pipa -a prescindere dalla marca-). Se il prezzo vi pare esagerato scegliete un'altra pipa

d) infilate il dito nel fornello e valutate lo spessore della parete: pareti troppo sottili spesso sono causa di bruciature, specie per i principianti. Questa operazione è da farsi di nascosto se state comprando una Don Carlos e siete in presenza dell'artigiano...egli è notoriamente geloso dell'interno dei suoi fornelli e rischiate di esser mangiati vivi ! Fatelo di nascosto!!!

e) fatevi dare uno scovolino ed infilatelo nel bocchino facendolo arrivare al fornello. In questo modo sarà facile verificare l'allineamento dei fori (una delle cause di acquerugiola e altri problemi di fumata). Inoltre se lo scovolino scivola facilmente sarà più facile togliere qualche traccia d'umidità in corso di fumata senza smontare la pipa (operazione pericolossisima se eseguita a pipa calda)

f) prendetevela comoda! Se il tabaccaio non vi lascia tutto il tempo per valutare l'oggetto che andate ad acquistare chiedetevi se forse non è il caso di cambiare venditore. L'acquisto di una pipa è un momento delicato e richiede calma. Come suggerisce Bozzini nel suo libro "la mia pipa" dovete ovviamente scegliere un momento in cui nel negozio non c'è l'ira di Dio di clienti!



N.B. In questa risposta ho scritto più o meno come mi comporto io quando compro una pipa. Ovvio che nessun passaggio è necessario ma, secondo me, nessuno è superfluo.

(lavoisier)

Pipa dritta o pipa curva, con quale comincio?

Direi una pipa dritta, non troppo capiente.
Però.
C'è da tener conto anche dell'aspetto psicologico. Mi spiego: tecnicamente una pipa dritta dà meno problemi di una curva, fa meno acqua, si può passare lo scovolino anche a metà fumata senza smontare tutto l'ambaradan, ecc ecc. Tutto verissimo ma io quando ho cominciato a fumare ho comprato rigorosamente pipe curve, e neanche fatte benissimo, temo (e quindi acquerugiola, intoppi e chi più ne ha più ne metta). Per me la Pipa era curva e nessuna considerazione tecnica mi avrebbe potuto far cambiare idea.
Perciò il consiglio di usare una pipa dritta è solamente per essere più comodi, punto.

Tob

Pipa piccola o pipa grande?

La dimensione della pipa è relativa esclusivamente alle esigenze del fumatore. Chi comincia in genere non fuma spesso e non ha ancora definito i suoi bisogni e la sua personalità di fumatore. D'altro canto c'è da dire che la pipa piccola è più pratica e facendo durare meno la fumata impedisce la formazione di condensa, "esautorando" completamente il tabacco. C'è anche da dire che una pipa piccola tende a scaldarsi di piu' e questo richiede una esercitazione delle boccate. In altre parole una dimesione media sarebbe piu' adeguata per il novizio.

Con che tabacco iniziare?

Io credo si debba utilizzare un tabacco che bruci bene senza scaldare troppo, non molto aromatizzato. Una cosa come l'Amphora Original, tanto per intenderci, penso vada bene.
Ma ricorda che una delle cose belle del fumare la pipa, almeno per me, è che si possono provare un mucchio di tabacchi!
***********************

La scelta del tabacco per il novizio riveste una importanza centrale. Perchè proprio un tabacco versatile alle varie defainces del novizio rappresenta una buona premessa affinche' la pipa non possa essere abbandonata. La ricerca del novizio, in questo senso, non deve affato orientarsi sui gusti e sui sapori specifici del tabacco ma sulla sua funzionalità. L'Original Blend, per composizione e per combustione consente di essere ben utilizzato per iniare a fumare. Imparare a fumare consente poi il passo successivo che è quello della sperimentazione.

Come carico una pipa?

Cominciamo a dire che non ci sono sono regole precise. L'elemento fondamentale è una buona ossigenazione che consente una efficace combustione. Se il tabacco caricato è eccessivamente compresso fa fatica a bruciare, inducendo il fumatore ad aumentale l'intensità e il numero di boccate. Cio' fa innalzare la temperatura con conseguente surriscaldamento della pipa e ustione della lingua impedendendo oltretutto un adeguato smaltimento della umidità. Per il novizio quindi è importante avere delle regole: si carica a strati il primo strato si appoggia sul fondo della pipa e poi successivamente gli altri strati si mettono con una leggera pressione del dito. Alla fine, aspirando a tabacco spento deve risultare una leggera resistenza. Questo consente una buona ossigenazione e una buona combustione. Se il tabacco è troppo lasco brucia troppo in fretta, diventa invasivo e urticante impedendo una adeguata degustazione.

Fiammifero o accendino?

Il fiammifero permette di governare meglio la fiamma orientandola su tutta la supeficie del tabacco. L'accendino ha il vantaggio della praticità per cui è piu' comodo da utilizzare all'aperto.

Ho visto delle pipe economiche "reject". Che cosa sono? Vanno bene per iniziare?

Le reject sono pipe di seconda scelta che spesso sono state accantonate dalle grandi industrie (p.es. Savinelli) per difetti vari (stuccature ecc.) . Di solito sono ottime per il neofita, anche perché di prezzo molto contenuto. Verificate soltanto l'assenza di stuccature o crepe all'interno del fornello. E ovviamente valutate se il prezzo è "da reject": 50€ non è un prezzo da reject :-x

(lavoisier)



[ Torna all'indice ]

ENTRA-IN-CHAT

chi è in chat ora?

Manuali-per-i-novizi

Pronto Soccorso Novizi



Link per il Novizio

Tutti i dubbi del novizio
Scelta della prima pipa
Accessori per la pipa
Il tabacco per iniziare
Caricamento della pipa
Accensione della pipa
L'acquerugiola
Bruciori alla lingua
Manutenzione della pipa
Costruire la pipa
I fltri
Presentati nel forum!
Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

© Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017