Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 0
Visitatori: 15

Articoli

Il lavoro del tabaccaio
10/06/2008

Chi è il tabaccaio e quale è il suo ruolo oggi? Quali sono le difficoltà che incontra nell'offrire un servizio? Il tabaccaio romano Gianluca Sansone ci offre uno spaccato preciso e sincero su questa professione e sul suo ruolo delicato e importante per noi fruitori di fumo lento.


Da qualche mese mi interrogo su quale possa essere il ruolo professionale del tabaccaio e quale sia il filo rosso che attraversa la categoria a cui io stesso appartengo. La risposta è molto complessa ma se volessi semplificare potrei dire che il tabaccaio è un commerciante e che la categoria a cui appartengo è quella dei commercianti; ma benché corretta questa risposta è estremamente semplificata e non rende concettualmente l'idea globale di tabaccaio. una delle nostre vetrineLa categoria dei tabaccai in realtà è molto complessa e l'unica attività che accomuna tutti gli appartenenti a tale categoria è la vendita delle sigarette. Sottolineo il termine vendita perché la maggior parte dei tabaccai non conosce quello che vende e non sa quali siano i tabacchi specifici con cui vengono fatte le sigarette. Appurato ciò, da questo punto in poi si apre un mondo composto da tante realtà umane e tante sfaccettature tutte diverse tra di loro. Esistono le piccole realtà commerciali della provincia sperduta italiana che vendono svariati prodotti: sigarette, giochi di stato, servizi, qualche prodotto della linea toscani e prodotti di profumeria; poi esistono commercianti di città più o meno grossi che possono avere prodotti più disparati: trinciati per pipa, sigari, pipe, giochi di Stato e servizi vari. Descritta in questo modo quella dei tabaccai sembrerebbe una realtà non propriamente problematica ma non è così. Gianluca mentre accende un sigaro
Il tabaccaio si vede spesso il dito puntato contro a causa dei prezzi spesso esorbitanti di trinciati e sigari. Purtroppo noi tabaccai siamo costretti a obbedire a delle regole che ci vincolano in maniera spesso vergognosa nei confronti dei clienti: i trinciati da pipa e i sigari subiscono dei ricarichi eccessivi da parte dei distributore e dello Stato (accise), a questo si aggiungano i quantitativi minimi che ci vengono “imposti” perché i prodotti possano essere ordinati. Conseguentemente questo comporta una immobilizzazione di capitale che subisce poco spostamento considerato il fatto che non sono prodotti di facile smercio. In questo modo sia i tabaccai sia i fumatori assistono inerti ed immobili a una lenta agonia del mondo del lento fumo stritolato da inadeguate regole di mercato che non si adattano, a mio avviso, a prodotti di nicchia come pipe, sigari e trinciati. Basti pensare che oggi c’è gente che non può permettersi nemmeno un Amphora e che deve privarsi di un piacere, di un momento da dedicare a loro stessi, solo perché un sistema vecchio e obsoleto ci impone cosa vendere come venderlo ed il prezzo a cui venderlo. Ora questo fenomeno ha creato nel settore da un lato un forte disinteresse nei confronti del mondo del fumo lento, e dall'altro la nascita di mercati paralleli. Tutto ciò è ulteriormente aggravato da una continua demonizzazione a livello mediatico, perché il fumo fa male e questo è un fatto inconfutabile ma c'è da tener conto che il fumo è anche visto come piacere e fino a che rimane legale, il fumatore ha la stessa dignità e la stessa libertà di chi non fuma.
Tutto questo ha portato a un forte calo delle vendite con sempre più prodotti che vengono tolti dal commercio e con l'abbandono di molti tabaccai di questo settore.
Alla situazione descritta fa però da controcanto la passione di tanti altri colleghi, l’amore che nasce lentamente ma che diventa una febbre inguaribile. Molti sono i tabaccai che si impegnano a voler conoscere andando alla scoperta di ogni aspetto e di ogni particolare del lento fumo per trovare un modo sempre diverso di aiutare sia il fumatore giovane, curioso di provare tutti i tabacchi e tutti i marchi di pipe in commercio sia l’anziano fumatore che magari ha solo 2 savinelli tutte graffiate e che fuma un solo tabacco da 40 anni; ovunque all'interno di questi due estremi c’è la mia figura professionale e la mia attenzione. Questa per me è la vera linea di confine: guardato dall'ottica del lento fumo, la validità di un tabaccaio non si misura dalla quantità di servizi della lottomatica che ha o dai marchi di pipe e sigari ma dal servizio e dall'aiuto che offre a chi lo chiede. La libertà dopo tutto è anche svolgere la nostra attività come meglio crediamo e questa scelta è sacra perché non è detto che tutti vogliano occuparsi di pipe o di sigari, di lottomatica o di bigiotteria. In ogni dove c’è scelta e la mia scelta è stata quella di investire nel mio negozio, di sbagliare, di pagarne le conseguenze, di avere pipe invendute o sigari complicatissimi e di sbattere la testa a individuare il cliente adatto poiché c’è sempre qualcuno a cui interessa qualcosa, ed io sono il tramite di questo interesse. La mia filosofia e quella di altri miei colleghi è che se ami trasmetti; e lavorando lentamente si ottengono comunque dei risultati che, anche piccoli, esistono e sono delle conquiste le quali danno molte soddisfazioni e anche se pure il guadagno è minimo poco importa. Quello che io voglio offrire è un prodotto che non sia massificato.
E con queste parole termino quella che è la mia visione, precisando che a me piace avere un rapporto attivo con il mio lavoro, cercando di confrontarmi con i clienti che a volte hanno maggiori conoscenze di me e andando direttamente dagli artigiani per passare delle piacevoli giornate con loro tra polvere di radica e lunghe fumate, per imparare e per cercare di migliorarci vicendevolmente.



Gianluca Sansone

Valutazione: 8.14 | Voti: 29

ENTRA-IN-CHAT

chi è in chat ora?

Manuali-per-i-novizi

Pronto Soccorso Novizi



Link per il Novizio

Tutti i dubbi del novizio
Scelta della prima pipa
Accessori per la pipa
Il tabacco per iniziare
Caricamento della pipa
Accensione della pipa
L'acquerugiola
Bruciori alla lingua
Manutenzione della pipa
Costruire la pipa
I fltri
Presentati nel forum!

Ultime pubblicazioni

Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

© Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017