Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 0
Visitatori: 14

Articoli

AMSTERDAMER
20/06/2003
Greymouser
Prodotto dalla SEITA francese su "antica ricetta olandese", questo trinciato a taglio fine, profumato ed aromatico, tipicamente popolare, è uno dei più vecchi sul mercato italico.



Si trova in pacchetto da 50 grammi, chiuso in involucro di plastica sottovuoto, come il caffè (adesso; una volta non era a tenuta, ma in tutti i casi si presenta spesso troppo secco e va riumidificato).



Il nome è tutto un programma: si tratta in effetti del trionfo del "famigerato" gusto olandese, forse più ancora che il più famoso CLAN...



Aprendo la confezione, il naso viene letteralmente investito da profumi intensi e penetranti, nei quali si distinguono almeno la menta, la liquirizia, la vaniglia e altre essenze più esotiche e meno definibili.

Difficile risalire alla composizione di questa miscela: secondo la più tipica tradizione olandese, infatti, si tratta di un blend fatto di numerosi tabacchi diversi, a base più scura che chiara, in cui probabilmente fanno spicco anche foglie doi origine tropicale.



L'accensione è facile, ma il problema sta nella combustione rapida e difficilmente governabile dai meno esperti, causa il taglio fine e lungo del tutto analogo al CLAN e all'EGBERTS.
Quindi, molta calma e boccate ben distanziate per arrivare al fondo senza troppi inconvenienti.



Il gusto e l'aroma in fumata riflettono abbastanza fedelmente le premesse olfattive, e tuttavia il risultato è abbastanza rotondo (forza e corpo sul leggero, ma flavour ovviamente intenso), con fumo notevolmente più fresco rispetto a quello del CLAN, fatto con base più chiara.



Naturalmente, a motivo dell'unicità e pregnanza di profumo, aroma e gusto, è un tabacco che non può piacere a tutti.


A mio parere, fumarlo è comunque un'esperienza interessante e - rispetto alla cultura della pipa - altamente istruttiva ed informativa.



Io non lo gradisco da solo, ma provate a mescolarlo al cinquanta per cento con trinciato FORTE: avrete una miscela corposa e giustamente profumata, di eccezionale pienezza e delicatezza. Era eccellente anche il matrimonio col vecchio AMPHORA REGULAR, mentre è da non provare assolutamente la miscelazione col nuovo ORIGINAL BLEND dell'Amphora.
Chi ama fumare il toscano sbriciolato nella pipa, potrebbe provare ad aggiungere AMSTERDAMER per ingentilire e profumare una base forte come quella dei sigari.



A me comunque 'sta miscela, peraltro fra le più economiche, sta simpatica. Forse per il suo delizioso anacronismo antiquario, forse perchè mi ricorda le prime esperienze piparie (quando la lingua bruciava, ma il palato era vergine e ingenuo)... fatto sta che ogni tanto, quando mi gira, ne ricompro un pacchetto per dare gaiezza a qualche robusta e kentuckiosa pipata serale.
Valutazione: 8.00 | Voti: 3

ENTRA-IN-CHAT

chi è in chat ora?

Manuali-per-i-novizi

Pronto Soccorso Novizi



Link per il Novizio

Tutti i dubbi del novizio
Scelta della prima pipa
Accessori per la pipa
Il tabacco per iniziare
Caricamento della pipa
Accensione della pipa
L'acquerugiola
Bruciori alla lingua
Manutenzione della pipa
Costruire la pipa
I fltri
Presentati nel forum!

Ultime pubblicazioni

Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

© Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017