Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 1
Visitatori: 13
  • terribile76
  • Tabacchi


    Invia recensione
    Principale : Varie : 

    Marca: Varie
    bergerac Popolare
    contenuto dichiarato: bergerac e sudmaricani
    taglio: sottile
    colore:
    profumo:
    forza: media
    corpo: notevole
    tipo: aromatizzato
    Voto: 6.00 (1 voto)

    Descrizione:
    Composizione melange di bergerac e sudamericani ( tabacco 90% addizionanti di sapore e conservanti 10%)


    Confezione da gr 33 in busta
    Costo euro 3.50




    All’apertura della busta, il tabacco si presenta molto secco e, per chi come me si aspettava il classico tabacco scuro della tradizione, si trova invece sotto gli occhi un’infinita varietà di gialli più o meno tendenti al tostato. Viene quindi subito in mente il fatto che, pur essendo il nome del tabacco derivato da una delle zone dell’Aquitania in cui è maggiormente concentrata la produzione francese di tabacco, siano ben pochi i tabacchi utilizzati in questa “melange”.

    Il taglio è rimasto il classico scarfelati, sulla cui origine del termine sono state spese pagine intere dai vari Bozzini, Ramazzotti etc. Per cercare di rendere l’idea si potrebbe paragonare questo tipo di taglio a quello del Clan o dell’Amsterdamer, ma con filamenti decisamente più corti. Viene, quindi, subito in mente il dubbio su che tipo di fornello utilizzare. Taglio fine e sottile: fornello grande. Questo fatto, però, ti viene subito contestato visivamente dal fatto che il tabaccaio che me l’ha venduto esibisce una billiard da fornello medio-piccolo, dal quale aspira con la massima soddisfazione. Che cosa ha quindi fatto il sottoscritto? Utilizzate pipe di varie misura, nelle quali comunque il tabacco ha dato sempre buoni risultati. L’unica nota è che il meglio di sé l’ha dato in pipe che io giudico abbastanza neutre: le mie amate Savinelli reject. Un’ulteriore nota circa la prova: il test è stato effettuato sia sul tabacco fumato nature, che sul tabacco lasciato leggeremente ad umidificarsi in busta per un paio di giorni.


    Test del tabacco nature

    Il caricamento della pipa risulta molto agevole ed il tabacco può essere ben pressato, senza che questo comporti problemi eccessivi nel tiraggio. L’accensione è chiaramente immediata ed anche con boccate lente, ben presto si arriva ad un terzo del fornello senza che per altro si risenta del fenomeno lingua pizzicante. L’aroma risulta appassito e soltanto a metà del fornello si percepiscono alcune sfumature di tabacchi sudamericano (Paraguay già presente in altre mix?) e note del Bergerac (per molti versi assimilabile al gusto del nostro Beneventano, ma lievemente più sfumato).

    In conclusione il tabacco risulta abbastanza deludente.


    Test del tabacco umidificato

    Decisamente il paio di notti di umidificazione a cui ho sottoposto il tabacco sono servite. Non ne ha risentito il caricamento (il volume non ha subito modificazioni notevoli) né risulta compromessa l’accensione, che resta immediata, ma che nel corso delle boccate permette di poter usare anche il pigino per poter regolare la fumata. Il sapore si rivela comunque non immediatamente, ma si sviluppa piano e sottile. Arrivano le prime note dei tabacchi sudamericani con il sottofondo del Bergerac che poi diventa più presente nel corso della fumata.


    La cessione della produzione e della commercializzazione dei tabacchi francesi alla joint venture franco-spagnola Altadis da parte della Seita, ha permesso anche alla Francia di allargare i suoi orizzonti produttivi che si sono più o meno uniformati agli standard europei. Anche in questo caso quest’operazione di globalizzazione ha avuto però i suoi effetti negativi. Se infatti il panorama offerto dalla produzione francese si è allargato ed ha prodotto altre melanges, (sono presenti infatti nelle tabaccherie francesi anche mix di solo virginia commercializzato sotto il nome Narval) c’è da dire che purtroppo è quasi del tutto scomparso dalle tabaccherie francesi il classico Gris nella sua tradizionale confezione “cube” . Ma del resto anche alcune zone di Parigi come il Marais o la Belleville di Pennac, si sono trasformate in piccole chinatown

    bugsbanny

    Vota questo tabacco | Modifica | Segnala ad un amico | 0 Commenti (0)

    I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

    ENTRA-IN-CHAT

    chi è in chat ora?

    Manuali-per-i-novizi

    Pronto Soccorso Novizi



    Link per il Novizio

    Tutti i dubbi del novizio
    Scelta della prima pipa
    Accessori per la pipa
    Il tabacco per iniziare
    Caricamento della pipa
    Accensione della pipa
    L'acquerugiola
    Bruciori alla lingua
    Manutenzione della pipa
    Costruire la pipa
    I fltri
    Presentati nel forum!
    Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
    Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
    Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
    L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

    © Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017