Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 2
Visitatori: 7
  • Pablito76
  • Pablito76
  • Tabacchi


    Invia recensione
    Principale : Ashton : 

    Marca: Ashton
    Ashton type 2 Popolare
    contenuto dichiarato: Virginia, Black Cavendish, Kentucky, Burley, Latakia turchi orientali
    taglio: Plug , Twist, Flakes Trinciato in modo
    colore: Scuro per
    profumo: Pieno e intenso
    forza: media
    corpo: medio
    tipo: modern english mixture
    Voto: 6.50 (2 voti)

    Descrizione:



    Gusto e aroma: É evidente subito una leggera aromatizzazione aranciata
    in contrasto col latakia, ed anche con l'aroma del Kentucky, che giocano a coprirsi
    a vicenda.

    Tollerabilità: Tende a diventare molto caldo durante la fumata,
    quindi può irritare.

    Giudizio finale: Non è una english mixture perché è leggermente
    aromatizzato. Non è un aromatizzato perché il gusto inglese è
    prorompente. Perfetto per chi abituato agli aromatizzati voglia fumare una English

    Recensione inviata da lorenzo adattata al nuovo schema delle recensioni.


    Per Completezza inseriamo le considerazioni di Sebastian che ci paiono ugualmente valide e interessanti per comprendere al meglio questo trinciato



    Il tabacco appartiene alla famiglia degli Ashton, il cui capostipite William Ashton-Taylor inizioò la sua carriera nel mondo della lavorazione dei tabacchi presso la prestigiosa Dunhill.
    PROVA

    La scatola è nel formato grande, spartana, con l’etichetta marrone in cui, essendo scarna di scritte, troneggiano purtroppo, gli anatemi salutisti.

    Profumo

    All'apertura il latakia avverte subito della sua presenza, il profumo è rotondo ma anche leggermente acre.

    Un sentore dolce è rilasciato dal bouquet aromatizzato, teoricamenteall’arancia, personalmente l’arancia non la sento. Sul processo aromatico dichiarato avrei qualche dubbio: il cartoncino è molto chiazzato d’olio.

    Il corpo robusto del Kentucky riesce a sgomitare e a farsi sentire, très d’union tra il latakia e l’aromatico.


    Il tabacco è umido, non troppo, se non si è attenti nella conservazione, potrebbe asciugarsi troppo; sono convinto però che più che di umidità si tratti di olii, questo per il leggero incrostamento nel fornello delle prime fumate.

    Fumare

    Il caricamento è facile, richiede un po’ di accortezza nei fornelli piccoli data la larghezza dei trinciati. Sempre per questo motivo l’accensione non è così immediata, richiede qualche fiammifero in più.
    La combustione è lenta, consente lunghe fumate, spesso però con i fiammiferi in mano, tende infatti a spegnersi dopo la metà carica. L’uso del pigino deLe prime tirate portano al palato un fumo fresco, pove essere accurato: se si pigia troppo si rischia non troppo difficilmente di pressare eccessivamente il tabacco.

    Le prime tirate sono veramente piacevoli, il latakia risulta addolcito, senza essere naturalizzato nelle sue caratteristiche.

    L’odore nell’ambiente è fumoso ma non troppo, non a tutti, ma ad alcuni astanti può anche piacere.


    Il Body è medium; diventa più corposo nella fumata, molto probabilmente per il Kentucky; se lo si considera un inglese, il body è light.

    Non ho notato nessun bruciore, nè sulla lingua, ne al palato.


    Personalmente in ogni fumata ho sempre riscontrato un po’ di fondiglio umido.



    Concludendo:

    Siamo davanti ad un compromesso tra il gusto inglese e l’aromatico.

    Le prime fumate, pur essendomi piaciuto il tabacco, non mi avevano convinto più di tanto, l’avevo giudicato “ne carne, ne pesce”. Col tempo ho iniziato ad apprezzarlo per la sua fumabilità “a tutto giorno”, per la sua non invadenza, sia nel palato che nell’ambiente, per la saggezza della miscelazione e del compromesso trovato dalla Ashton.


    Forse per l’incallito fumatore di miscele inglesi risulterà leggero, ad alcuni una “blasfemia”; credo che per questo non vada paragonato alle classiche miscele inglesi.

    Per il neofita o per il fumatore di miscele aromatizzate potrebbe essere un primo passo per l’avvicinamento agli inglesi, essendo il latakia addolcito e leggermente “smorzato” nel suo corpo; per la categoria dei neofiti resta sempre il problema del rischio di acquerugiola e fondiglio umido.

    Ultima nota di carattere personale: con questo tabacco, ho rodato una pipa, forse rischiando un po’; essendo diventato un fumatore “misto”, aromatici ed inglesi, la pipa in questione ora mi soddisfa pienamente con entrambi i tipi di tabacchi, senza essere “amara” con i tabacchi aromatici, senza essere artificiosamente “dolce” con le miscele inglesi.




    Vota questo tabacco | Modifica | Segnala ad un amico | 0 Commenti (0)

    I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

    ENTRA-IN-CHAT

    chi è in chat ora?

    Manuali-per-i-novizi

    Pronto Soccorso Novizi



    Link per il Novizio

    Tutti i dubbi del novizio
    Scelta della prima pipa
    Accessori per la pipa
    Il tabacco per iniziare
    Caricamento della pipa
    Accensione della pipa
    L'acquerugiola
    Bruciori alla lingua
    Manutenzione della pipa
    Costruire la pipa
    I fltri
    Presentati nel forum!
    Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
    Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
    Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
    L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

    © Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017