Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin
Moderatori
 
Tobaldo

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 0
Visitatori: 13

il Forum di FLP

Indice »  Generale - sigari
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 51
ingmarco
6/10/2008
Visualizza il profilo di ingmarco Invia un messaggio privato a ingmarco
6-10-2008
21:36
Oggi per la prima volta ho fumato un ammezzato garibaldi, devo dire che non è stato entusiasmante, diciamo che è stato come mangiare un peperoncino tanto mi pizzicava

avro sbagliato qualcosa o il sigaro faceva schifo ?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 52
Euge
19/7/2008
Torino
Visualizza il profilo di Euge Invia un messaggio privato a Euge
6-10-2008
22:07
Rispondo alla domanda che hai postato nel thread chiuso, quella economica.

Sicuramente se fumi toscani, il tuo portafoglio non rischia molto.

Considera il prezzo unitario (sigaro intero).

Garibaldi: 0.90 euro
Classico: 1.02 euro
Extravecchio: 1.12 euro

Antico: 1.54 euro
Soldati: 1.80 euro
Originale: 2.60 euro


Riguardo la tua fumata del mezzo Garibaldi, le cause del sentore piccante potrebbero essere varie:
-sigaro troppo secco
-fumata troppo veloce (una tirata ogni 20-30 secondi una volta acceso bene il sigaro è lideale)
-abitudine a fumate meno aggressive (sigarette ecc...)
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 53
ingmarco
6/10/2008
Visualizza il profilo di ingmarco Invia un messaggio privato a ingmarco
6-10-2008
22:48
Di sicuro non era conservato ottimamente, il tabacchino in cui ho acquistato i sigari non e che mi piacesse poi molto.

Però devo dire che a distanza di qualche ora e dopo averci mangiato su un po di prosciutto crudo e delle ottime olive nere sento un bel sapore
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 54
inettoaviv
7/8/2006
Repubblica di Brianza (Co)
Visualizza il profilo di inettoaviv Invia un messaggio privato a inettoaviv
6-10-2008
23:16
come già detto, io col Garibaldi non ho mai avuto problemi! :°

dovrai farci un po' lingua e palato, ma se hai provato il classico non penso che ti troverai tanto a disagio, col Garibaldi...

poi, curiosità che non so spiegarmi: al contrario del Classico, se inizio a fumare mezzo Garibaldi, lo lascio lì qualche ora (o anche un giorno) e lo riaccendo, sembra non dico più buono, ma perlomeno più tranquillo come sigaro, meno pepato, più godibile!

la cosa mi ha piacevolmente stupito!

magari sbaglio, ma penso che sia dovuto al fatto che la parte non fumata del sigaro si inumidisce per i vapori che esalano dalla parte fumata e che vengono aspirati verso la bocca... e questo umidifica il sigaro... cosa che non sono riuscito mai a fare manualmente, mentre col Classico ci riuscivo (ma il gioco spesso non valeva la candela...)
La vita è una sola. Per fortuna.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 55
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
7-10-2008
10:14
spegnere e riaccendere non è molto consigliabile, tuttavia se si conservano i sigari secchi può avere il suo perchè, come spiegato da inettoaviv, è altresì vero che far condensare i composti di combustione e per poi riaccendere in seguito può provocare malessere, per questo credo sia meglio evitare tale pratica...

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 56
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
7-10-2008
10:16
p.s. per i prezzi dei sigari puoi dare un'occhiata qui , tieni però presente che il link cambia quando aggiornano le tariffe, quindi in seguito occorre accedere dal sito www.tabaccai.it

Saluti
Simone
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 57
passion
6/10/2006
Pescara - Italia
Visualizza il profilo di passion Invia un messaggio privato a passion
5-1-2009
17:35
Buona sera a tutti!
Espongo il mio dubbio: nel corso della mia carriera di fumatore ho fumato tutti (quasi tutti) i tipi di toscano. Dopo una pausa di circa due anni sto riprendendo adesso a fumare. Ho ricominciato con i Garibaldi ammezzati che fumo molto lentamente. A volte impiego anche un'ora! Tuttavia non riesco a sentire in bocca un sapore intenso, lo avverto lieve seppur piacevole. Questo è dovuto al fatto che sono Garibaldi e quindi i più leggeri?

Inoltre ho letto sul forum che in un sigaro può essere apprezzato anche laroma... la mia domanda è questa: come si fa?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 58
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
5-1-2009
19:51
Per percepire gli aromi nella loro complessità occorre tempo, ma fisicamente occorre che le note olfattive raggiungano il naso, ora ci sono due modi: il primo è, se ti riesce, buttare fuori il fumo dal naso senza aspirarlo (dalla bcca al naso direttamente), se non riesci a fare ciò baste che subito dopo che hai buttato fuori il fumo dalla bocca inspiri leggermente un po' d'aria e la riemetti dal naso.

considera che molti confondono aromi e sapori, i sapori in realtà sono solo 4, dolce, salato, amaro e acido, si possono aggiungere il piccante, quello che si percepisce alla lingua, quello che percepisci alla gola e al naso è forza nicotinica, e il sentore tannico, che non è ovviamente dato dai tannini, ma ricorda l'effetto del tannino scomposto in alcuni vini rossi.

tutto il resto che percepisci è aroma, anche se ti pare di sentirlo alla bocca, se senti sapore di legno in realtè è un aroma, stesso discorso per il cuoio, il caffè, il tostato ecc...

per quanto riguarda il Garibaldi, è normale che sia poco forte, se ami la fumata corposa devi rivolgerti quanto meno allantica riserva, poi a tutti i fatti a mano.

saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 59
passion
6/10/2006
Pescara - Italia
Visualizza il profilo di passion Invia un messaggio privato a passion
5-1-2009
20:42
Grazie per le delucidazioni! Domani proverò un Antica Riserva ammezzato per vedere la differenza.
Perdonami se ti pongo un'altra domanda...mi chiedo se il mio atto del fumare sia corretto...io solitamente tiro il sigaro come se fosse una cannuccia, senza compiere alcun movimento allinterno della cavità orale. In questo modo il fumo può raggiungre la gola in modo da poter sentire la forza della fumata?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 60
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
6-1-2009
0:47
in teoria la depressione andrebbe creata con la gola non con le guance come quando si beve...

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 61
massimon
18/9/2007
bergamo
Visualizza il profilo di massimon Invia un messaggio privato a massimon
6-1-2009
15:39
Ciao Zap, non desidero andare fuori tema ma ricordo che il mio maestro elementare (43 anni fa...) si fumava in classe fra gli alri tipi di toscano un sigaro dalla forma a siluro e quello che ricordo bene è che allinizio, prima di accenderlo, toglieva una sorta di pagliuzza al suo interno. Che sigaro poteva essere? Ne esistono ancora?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 62
Marte
22/12/2008
friuli vg
Visualizza il profilo di Marte Invia un messaggio privato a Marte
6-1-2009
16:32
Spesso i sigari che compro sono un pelo secchi (anche se il tabaccaio li tiene in humidor), io non avendo un humidor metto nella scatola un pezzo di mela o di arancia per rivitalizzarli un po' mentre se sono di fretta avvolgo il sigaro in un tovagliolo bagnato
linconveniente di questo metodo è la comparsa di muffa se non si tiene d'occhio la frutta


quali sono i vostri metodi artigianali?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 63
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
6-1-2009
20:12
Citazione:

massimon ha scritto:
Ciao Zap, non desidero andare fuori tema ma ricordo che il mio maestro elementare (43 anni fa...) si fumava in classe fra gli alri tipi di toscano un sigaro dalla forma a siluro e quello che ricordo bene è che allinizio, prima di accenderlo, toglieva una sorta di pagliuzza al suo interno. Che sigaro poteva essere? Ne esistono ancora?


Si ne esistono ancora, li fanno nella manifattura di brissago che io sappia, e ne esistono alcuni formati. sono sempre fatti di kentucky e la pagliuzza allinterno serve per creare una cavità che favorisca il tiraggio poichè si tratta di sigari di solito piuttosto lunghi.
io ne ho uno degli anni 50 o 60 che si chiama blauband fantasia... una foto

@ Marte
il mio cuore non regge a queste affermazioni... che ti hanno fatto quei poveri sigari per negargli un vaso di vetro ermetico con un pezzetto di spungna umida allinterno?

lumidificazione con il tovagliolo bagnato è quanto di più deleterio perchè non è per nulla uniforme.... la mela e larancio poi

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 64
passion
6/10/2006
Pescara - Italia
Visualizza il profilo di passion Invia un messaggio privato a passion
6-1-2009
21:05
da SSSzappolo il 6/1/2009 0:47:08

in teoria la depressione andrebbe creata con la gola non con le guance come quando si beve...

cosa cambia nel gusto della fumata il modo di applicare la depressione?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 65
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
6-1-2009
23:28
si, il fumo va in fondo al palato e stimola le sensazioni retronasali, puoi farlo anche dopo aver tirato tipo cannuccia, ma così è automatico.

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 66
Marte
22/12/2008
friuli vg
Visualizza il profilo di Marte Invia un messaggio privato a Marte
7-1-2009
21:02
Dal basso della mia esperienza sono metodi grezzi ma funzionali, ovvio che si fanno con un pacco di garibaldi e non con sigari da 100 euro, però io preferisco fare così piuttosto che lasciarli secchi come uno stecco
Ovvio che con un humidor si ottiene tutt altro risultato ma per uno come me che si compra i sigari e se li fuma senza tante menate non c'è il tempo per lasciarli maturare in humidor
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 67
Marte
22/12/2008
friuli vg
Visualizza il profilo di Marte Invia un messaggio privato a Marte
7-1-2009
21:09
Giustamente mi hai fatto notare, e lo riconosco io stesso, di utilizzare dei metodi poco ortodossi che fanno storcere il naso ai veri puristi del sigaro ma d'altronde sono un fumatore senza troppe pretese e quindi utilizzo dei metodi non molto corretti ma pratici.......di certo sono cose che non mi sono inventato io, magari in un passato quando non c'erano humidor e co. non si badava a certe sottigliezze.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 68
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
8-1-2009
0:21
io non ho parlato ne di affinamento ne di humidor, ma solo di un vaso ermetico da conserva e un pezzetto di spugna, e qualche giorno di riposo per ottenere i benefici dellumidificazione, che, come ho avuto modo di ribadire più volte, è cosa diversa dallaffinamento in ambiente umido.
L'umidificazione con un panno umido direttamente sul sigaro è irregolare e produce nella gran parte dei casi combustione irregolare, ovvero imperfetta, che si traduce in sentori amari alla fumata.
La mela come hai detto tu stesso è a rischio muffa, e larancio rilascia aromi che di sicuro vanno ad influenzare quelli del tabacco... a meno che non si voglia lanciare un nuovo toscanello aroma arancio ... non è il caso... poi siamo qui a parlare di gusti, se ti trovi bene così fai pure, ci mancherebbe

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 69
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
8-1-2009
0:23
p.s. riguardo a ciò che si faceva in passato e che oggi è emulato dallhumidor ho avuto modo di scriverlo in almeno due post nel forum, se usi la funzione cerca dovresti trovare qualcosa.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 70
Odran
9/10/2008
Visualizza il profilo di Odran Invia un messaggio privato a Odran
8-1-2009
12:50
sarà forse scorretto ma uso spesso leccare e strofinare con le mani il sigaro prima di accenderlo solo ed esclusivamente per togliere vie quella patina giallastra di colla in eccesso, sopratutto in quelli prodotti a macchina, che a mio modesto parere compromette spesso non la combustione ma il gusto della fumata...

a mio avviso non è necessario un affinamento in humidor ma solo una sorta di riequilibrio delle condizioni di umidità originarie al momento della produzione, in pratica fumare un buon sigaro tenuto in condizioni ottimali di umidità è come mangiare un panino appena sfornato!
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 71
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
8-1-2009
13:37
beh, laffinamento non è necessario, ma migliora comunque il prodotto, ovviamente con tutti i limiti del caso per un sigaro che ha al massimo due tipi di tabacchi diversi (fascia e ripieno), ed è ripieno di trinciato.

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 72
kylf
11/10/2008
Catania
Visualizza il profilo di kylf Invia un messaggio privato a kylf
9-1-2009
16:17
Vorrei spendere due parole a proposito dei toscanelli special.
Incuriosito dal fatto che si potessero trovare <<indifferentemente>> AT, O e AR, mi sono deciso ad acquistarne due scatole.
Il contenuto di entrambe è stato medesimo. C'erano 3 ammezzati più scuri, che ricordano a crudo gli AT, e 2 ammezzati molto più chiari ed ancora più esili che mi ricordano molto i classici.
La 'pancià dei 10 toscani in questione esclude il fatto che si possa trattare di AR, e manco a pensarci di Originali, inoltre la riconferma è venuta dopo averli fumati tutti.
Mi chiedo se qualcuno di voi abbia mai beccato originali o almeno AR in queste scatole.
<<Nel mondo 'pipesco' NON ESISTONO VALORI ASSOLUTI, e la valutazione di un tabacco, come di una pipa, è un fattore strettamente soggettivo.>>
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 73
Claypool
26/8/2008
Santarcangelo di Romagna (RN)
Visualizza il profilo di Claypool Invia un messaggio privato a Claypool
9-1-2009
17:18
Mah un paio di anni fa ho beccato qualche AR quà e là,di Originali mai vista neanche lombra...
Comunque anche nelle schede attuali viene scritto che i Toscanelli Speciali altro non sono che Antichi ammezzati;al che uno potrebbe chiedersi Perchè spendere 4,60€ per 5 ammezzati quando con 7,70€ si può comprare un normale pacco di Antico?.
La risposta è che gli attuali Toscanelli Speciali ricordano il glorioso Antico di anni fa,panciuto e con carattere inconfondibile mentre lAntico attuale.........
Morale della favola:comprare Toscanelli Speciali ha decisamente un suo perchè
"Prendi una Peterson,trattala male,falla fumare per ore...non scovolinare e quando lo fai fallo come fosse un favore!"
Cit. da Lupogeneroso
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 74
kylf
11/10/2008
Catania
Visualizza il profilo di kylf Invia un messaggio privato a kylf
9-1-2009
18:38
Resta il fatto che 2 dei 5 non sono neanche degli antichi!
<<Nel mondo 'pipesco' NON ESISTONO VALORI ASSOLUTI, e la valutazione di un tabacco, come di una pipa, è un fattore strettamente soggettivo.>>
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 75
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
10-1-2009
14:04
Io ho un mio parere personale... ma mi riservo di non esprimerlo in pubblico
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 76
Claypool
26/8/2008
Santarcangelo di Romagna (RN)
Visualizza il profilo di Claypool Invia un messaggio privato a Claypool
10-1-2009
14:25
Eddai SSSZappolo ormai non puoi lasciarci a bocca asciutta....dicci quello che pensi....
"Prendi una Peterson,trattala male,falla fumare per ore...non scovolinare e quando lo fai fallo come fosse un favore!"
Cit. da Lupogeneroso
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 77
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
11-1-2009
0:42
Non posso, perchè non ho prove a sostegno della mia impressione...
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 78
Animal
12/12/2008
Mestre
Visualizza il profilo di Animal Invia un messaggio privato a Animal
12-1-2009
19:07
Mi tengo su questo 3d per chiedere un consiglio.

Se volessi far provare un toscano a chi di solito fuma avana o a chi semplicemente non li apprezza tanto... su cosa posso andare?
Pensavo un Originale o un antica riserva..
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 79
kylf
11/10/2008
Catania
Visualizza il profilo di kylf Invia un messaggio privato a kylf
12-1-2009
19:53
Citazione:

Animal ha scritto:
Mi tengo su questo 3d per chiedere un consiglio.

Se volessi far provare un toscano a chi di solito fuma avana o a chi semplicemente non li apprezza tanto... su cosa posso andare?
Pensavo un Originale o un antica riserva..


Dalla modesta esperienza che ho, ti indirizzerei verso un prodotto di alta qualità, quindi vanno bene originale ed antica riserva. Anche il soldati è un ottima alternativa, tra i toscani infatti, è quello con la paletta aromatica più ampia.
Infatti ai classici aromi di legno e cuoio abbina sfaccettature di caffè, frutta secca e spezie, aromi questi, che si avvicinano maggiormente al sigaro havana.
<<Nel mondo 'pipesco' NON ESISTONO VALORI ASSOLUTI, e la valutazione di un tabacco, come di una pipa, è un fattore strettamente soggettivo.>>
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 80
3puff
13/3/2008
Milano - Italy
Visualizza il profilo di 3puff Invia un messaggio privato a 3puff
12-1-2009
23:49
Come ho avuto modo di scrivere altrove, mi sento di consigliare un buon Originale fumato alla maremmana (intero), per potere apprezzare da subito la peculiarità del prodotto e per saperne rispettare un po' anche la storia.
L'Antica Riserva va soggetto a variabilità qualitativa e anche meccanica piuttosto alta; meglio posizionarsi pertanto su un prodotto che abbia probabilità più alte di tiraggio e combustione affidabili e che sia qualitativamente più stabile. Inoltre lOriginale ha caratteristiche di evoluzione più estesa e aromi molto connotati: insomma se voglio provare un Toscano che sia buono e diverso da un caraibico.
Se poi li reperissi ancora, consiglio anche un Toscano del Presidente 2008.
Il massimo sarebbe se i due esemplari provenissero da un humidor, dopo un 6 mesi almeno di affinamento.
In tal caso la fumata non assomiglierà per niente a quella di un habanos, ma la sua peculiarità potrebbe lasciare la voglia di sperimentare nuove esperienze gustative anche nellambito degli stortignaccoli nazionali.
Personalmente non mi sono ancora accostato a un Soldati (lo farò ovviamente), ma per ora ho preferito ricercare un sigaro con palette estese riferendomi a Diadema e non a Maccaferri

Beninteso: è un mio limite da neofita.
"Torna al sigaro che rischia di spegnersi. E un sigaro spento e riacceso non ha più lo stesso gradevole sapore." da Tango e gli altri - di Macchiavelli & Guccini - Mondadori
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 81
Animal
12/12/2008
Mestre
Visualizza il profilo di Animal Invia un messaggio privato a Animal
12-1-2009
23:54
Però devo dire che questi soldati mi incuriosiscono...me ne hanno parlato in molti... direi originale per la fumata in compagnia..e soldati da solo!!

Domandona: il presidente è edizione limitata come il moro? e quanto costa?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 82
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
13-1-2009
0:03
Si il presidente è in edizione limitata, esce nel periodo di pasqua, 100 euro la scatola da 32

se non hai mai fumato toscani, il soldati è di sicuro il sigaro con cui ti consiglio di avvicinarti a questo nuovo tipo di fumata, ovviamente in seguito Originale e Presidente

qualche scatola di presidente 2008 si trova ancora in giro, ma secondo me ti conviene aspettare i 2009.... io ho una mia teoria sulle scatole dellanno in corso (o passato in questo caso) che si trovano in commercio dopo il mese di maggio/giugno, specie se queste vengono ordinate, e non sono già stoccate dal tabaccaio... ma anche qui non mi esprimo
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 83
Animal
12/12/2008
Mestre
Visualizza il profilo di Animal Invia un messaggio privato a Animal
13-1-2009
9:29
è che 100 euro... sono un povero studente squattrinato

Comunque io sto già seguendo il tuo percorso sul toscano, è per farlo rivalutare a dei miei amici che si stanno avvicinando agli avana. Loro mi stanno portando verso di là, io voglio portarli un po' verso di qua capisci?
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 84
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
13-1-2009
10:38
secondo me dovreste fare un partito trasversale fumare sempre cose diverse aiuta a mantenere il palato più sensibile ai sapori e agli aromi, cogliendo più sfumature.

Saludos
S.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 85
Animal
12/12/2008
Mestre
Visualizza il profilo di Animal Invia un messaggio privato a Animal
13-1-2009
12:29
Infatti sabato li ho portati a fare spesa dal mio tabaccaio di fiducia e mi sono preso tre avana oltre a dei toscani

Tra laltro il mio tabaccaio mi fa bravo! I toscani sono da vero uomo! la sa lunga secondo me..
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 86
3puff
13/3/2008
Milano - Italy
Visualizza il profilo di 3puff Invia un messaggio privato a 3puff
13-1-2009
15:45
Citazione:

Animal ha scritto:
è che 100 euro... sono un povero studente squattrinato


Tutti i tabaccai che ne dispongono (o quasi) vendono il Toscano del Presidente sfuso: costo unitario €3,20 o €3,60 se non ricordo male, per cui ve la cavate a prezzi da realizzo, rispetto agli habanos.
Vero è che è meglio attendere il Presidente 2009, oppure impietosire Zappolo che nel suo walk-in credo possieda circa un mezzo migliaio di Presidente (scatole s'intende)

Un consiglio: siete giovani; fumate poco e fumate bene, privilegiando il piacere al tabagismo, e salvaguardando la spesa... e la salute.
"Torna al sigaro che rischia di spegnersi. E un sigaro spento e riacceso non ha più lo stesso gradevole sapore." da Tango e gli altri - di Macchiavelli & Guccini - Mondadori
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 87
Animal
12/12/2008
Mestre
Visualizza il profilo di Animal Invia un messaggio privato a Animal
13-1-2009
19:08
Perfetto allora è accessibile!

Grazie per il consiglio!
Per fumare poco e fumare bene mi sto impegnando...ho smesso da 10 giorni di fumare sigarette, e mi faccio una, massimo 2 fumate al giorno ma con i controc******i!
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 88
SSSzappolo
25/4/2007
Imola - Italia
Visualizza il profilo di SSSzappolo Invia un messaggio privato a SSSzappolo
14-1-2009
10:01
Citazione:


Vero è che è meglio attendere il Presidente 2009, oppure impietosire Zappolo che nel suo walk-in credo possieda circa un mezzo migliaio di Presidente (scatole s'intende)



Mooolti meno, e singoli, non certo scatole ne avrò una decina di 2006 e altri 35-40 del 2008...
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 89
Setzer
18/2/2008
Visualizza il profilo di Setzer Invia un messaggio privato a Setzer
1-4-2009
11:56
Eccomi qua, era da un po' che intendevo avvicinarmi al mondo dei sigari.Ed essendo italiano come resistere al fascino del Toscano?
Dunque questa mattina mi sono recato da un tabaccaio con lidea fissa di buttarmi sullAntica Riserva. Dopo un piccolo excursus del suddetto tabacchino che credendomi un estimatore di sigari si è messo a mostrarmi la sua nuova vetrinetta di sigari dominicani,di cui non ho capito una cippa...Sono tornato a casa e con un metodo poco ortodosso(forbici) mi son tagliato 1/3 del sigaro e ho cominciato a fumarlo, anche se avrei preferito lasciarlo per il dopo-pranzo, ma proprio non stavo più nella pelle di provarlo!
Nonostante la mia inesperienza sigarofila mi ritengo soddisfatto e penso che questa cosa mi possa anche aiutare ad abbandonare le sigarette a cui sono più attaccato alla gestualità del tenerle in mano che per altro!
Dovrò tentare anche di non appassionarmi troppo ai sigari altrimenti il mio povero portafogli da studente ne risentirà!
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 90
Fiammanera
23/1/2007
Vimodrone (MI)
Visualizza il profilo di Fiammanera Invia un messaggio privato a Fiammanera
1-4-2009
13:19
Ciao a tutti.
Ho una domanda che mi assilla
volendo fare le cose per bene;e volendo prendere un umidor per i miei toscani.
Che umidor prendere? non va bene quello classico in cedro ? Perchè prenderne in ceramica o vetro ?
Spiegatemi e fate che la luce della conoscenza brilli anche su di me.

p.s. Anche i miei piccoli ve ne saranno grati.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 91
3puff
13/3/2008
Milano - Italy
Visualizza il profilo di 3puff Invia un messaggio privato a 3puff
1-4-2009
15:47
@ Setzer

mi sento di consigliarti di non perdere la fumata alla maremmana (toscano intero) anche se ti sarà difficile terminare le prime volte lintera fumata, ne vale la pena!
Aromi più equilibrati e soprattutto (visto che hai cominciato con lAntica Riserva) forza più attenuata in partenza.
Il salto bionda-toscano atterzato è una bella botta a stomaco vuoto di mattina!

@ fiammanera

io ho risolto con le giare, comunque in questo sottoforum sigarofilo trovi molti post sugli humidor, sui criteri di compartimentazione tra toscani e puros, sul faidate... e molto altro
"Torna al sigaro che rischia di spegnersi. E un sigaro spento e riacceso non ha più lo stesso gradevole sapore." da Tango e gli altri - di Macchiavelli & Guccini - Mondadori
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 92
Setzer
18/2/2008
Visualizza il profilo di Setzer Invia un messaggio privato a Setzer
1-4-2009
16:37
grazie per i preziosi consigli!
Comunque fumo già la pipa da quasi 2 anni quindi alla botta allo stomaco ormai mi sono abituato!
Mi sa che in questi giorni mi reco alla ricerca di una ghigliottina, che a tagliarli con le forbici mi vengon fuori degli aborti!
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 93
orsonwells
24/10/2008
Milano
Visualizza il profilo di orsonwells Invia un messaggio privato a orsonwells
1-4-2009
19:02
io il toscano lo fumo sempre e religiosamente ammezzato, sarà per il retaggio proletario del prodotto nostrano, sarà perché fa molto uomo che non deve chiedere mai, sarà perché amo lestrema forza che il toscano sprigiona siffattamente fumato anche a scapito di un po' di evoluzione (e non è vero che il mezzo toscano ne sia privo)...

consiglio al neofita, provare lorgasmo del toscano originale, a tutt'oggi sapientemente rollate dalle mani delle esperte sigaraje, più lungo e panciuto, elegante e imprevedibile. di quando in quando, è vero, qualche problema di tiraggio troppo difficoltoso, ma il gioco vale la candela.

al secondo posto direi antica riserva, pur panciuto e un po' più lungo del toscano standard, una fumata cremosa ed elegante, sigaro tendenzialmente affidabile e constante nella produzione, e dico tendenzialmente perché nellultimo periodo me n'è capitato qualcuno bucato o che si srotolava nella fascia.

terzo posto antico toscano, in realtà forse il meno indicato al neofita in quanto il più forte nicotinicamente parlando della gamma e il più impegnativo in fumata, a tacere dellaltalena qualitativa... ebbene si è lantico il più variabile di periodo in periodo e di stock in stock. consiglio per questo lacquisto della scatola ovale da 40 pezzi.

ignorare tout court i toscani aromatizzzati, in quanto vergognose schifezze commerciali.

infine, cimentarsi con il resto della gamma esclusion fatta per quanto poco sopra, giusto così per completezza, sebbene nessuno dei restanti prodotti della gamma toscano mi dia gran soddisfazioni.
for contacts, complaints and anything else please send e-mail to the following address: carlo.papi@gmail.com

ogni riferimento a persone, fatti o cose realmente accadute, è da considerarsi puramente casuale e frutto della fantasia dell'autore.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 94
orsonwells
24/10/2008
Milano
Visualizza il profilo di orsonwells Invia un messaggio privato a orsonwells
1-4-2009
19:25
piccola postilla.

se qualcuno vi offre un pedroni, rispondete no, grazie, i miei genitori mi hanno insegnato a non accettare doni dagli sconosciuti.
for contacts, complaints and anything else please send e-mail to the following address: carlo.papi@gmail.com

ogni riferimento a persone, fatti o cose realmente accadute, è da considerarsi puramente casuale e frutto della fantasia dell'autore.
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 95
Setzer
18/2/2008
Visualizza il profilo di Setzer Invia un messaggio privato a Setzer
2-4-2009
17:46
Ora sono finalmente dotato di Tagliasigari!Ho optato per uno a doppia lama in plastica firmato Brebbia (7 eurozzi).
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 96
Setzer
18/2/2008
Visualizza il profilo di Setzer Invia un messaggio privato a Setzer
5-4-2009
22:24
Ormai ho quasi terminato la fumata di un toscano Antica Riserva alla Maremmana...un piacere indescrivibile
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 97
kylf
11/10/2008
Catania
Visualizza il profilo di kylf Invia un messaggio privato a kylf
14-6-2009
18:54
Salve gentili signori/e,
in un tread, parecchio tempo fa, si parlava della punzonatura su ogni scatolo di toscani. Essa indicava la produzione dei sigari presenti allinterno della stessa. Chi saprebbe decifrare tale codice?
Mi scuso per la pigrizia e/o lincapacità di andare a ritrovare quei famosi post in cui si parlava di tutto ciò.
Saluti e...buone fumate!
<<Nel mondo 'pipesco' NON ESISTONO VALORI ASSOLUTI, e la valutazione di un tabacco, come di una pipa, è un fattore strettamente soggettivo.>>
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 98
enrakt
27/11/2008
parma
Visualizza il profilo di enrakt Invia un messaggio privato a enrakt
15-6-2009
7:46
se ne è parlto nel 3d ammezzato garibaldi,entro lultima ventina d post dovresti trovarlo se nn ricordo male.
saluti.
Tua carne è il pane-ma tuo sangue è il vino.
«Voi derubate il povero con la copertura della legge, mentre noi saccheggiamo il ricco con la sola protezione del nostro coraggio.»
Samuel Bellamy
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 99
kylf
11/10/2008
Catania
Visualizza il profilo di kylf Invia un messaggio privato a kylf
15-6-2009
18:43
Sarò proprio un incapace, ma non sono riuscito a trovarlo...siamo sicuri che era in quel 3d?
Ad ogni modo, non possiamo riportare il succo del discorso quì?
Questo mi sembra il luogo più adatto, la data di produzione non vale solo per i garibaldi
saluti.
<<Nel mondo 'pipesco' NON ESISTONO VALORI ASSOLUTI, e la valutazione di un tabacco, come di una pipa, è un fattore strettamente soggettivo.>>
Re: il percorso del neofita 2: i sigari toscani
n° 100
enrakt
27/11/2008
parma
Visualizza il profilo di enrakt Invia un messaggio privato a enrakt
15-6-2009
19:24
il 3d è antica riserva d'annata e non ammezzato garibaldi. cmnq la stle d rosetta è questa:
DESCRIZIONE N° CIFRE
n° 2 cifre: Settimana dellAnno
n° 1 cifra: Giorno della settimana
n° 1 cifra: Anno
n° 1 cifra: Turno di lavoro
n° 3 cifre: Bagno
n° 1 lettera: Sigla Stabilimento
grazie ad animalo.
Tua carne è il pane-ma tuo sangue è il vino.
«Voi derubate il povero con la copertura della legge, mentre noi saccheggiamo il ricco con la sola protezione del nostro coraggio.»
Samuel Bellamy

ENTRA-IN-CHAT

chi è in chat ora?

Manuali-per-i-novizi

Pronto Soccorso Novizi



Link per il Novizio

Tutti i dubbi del novizio
Scelta della prima pipa
Accessori per la pipa
Il tabacco per iniziare
Caricamento della pipa
Accensione della pipa
L'acquerugiola
Bruciori alla lingua
Manutenzione della pipa
Costruire la pipa
I fltri
Presentati nel forum!
Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

© Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017