Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin
Moderatori
 
Tobaldo
 
Sw4n

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 1
Visitatori: 13
  • admin
  • il Forum di FLP

    <1...3456
    Indice »  Generale - sigari
    Re: Neofita assoluto
    n° 251
    giozh
    20/5/2011
    Visualizza il profilo di giozh Invia un messaggio privato a giozh
    30-8-2011
    17:29
    alt alt alt! ho parlato (oltre ai sigaretti, tipo meharis o non so cos'altro) di sigari di piccolo formato della cohiba/montecristo, che sono una spanna superiori (a mio avviso) agli altri sigaretti. poi vabbè, un cubano vero o un toscano vero sono tutt'altra cosa!
    Re: Neofita assoluto
    n° 252
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    30-8-2011
    17:50
    Citazione:

    giozh ha scritto:
    alt alt alt! ho parlato (oltre ai sigaretti, tipo meharis o non so cos'altro) di sigari di piccolo formato della cohiba/montecristo, che sono una spanna superiori (a mio avviso) agli altri sigaretti.


    Infatti. Non ho forse scritto nonostante alcuni prodotti eccellenti?
    I sigaretti Cohiba, Montecristo, Partagas, Romeo y Julieta sono molto buoni rispetto agli altri. Costano anche di più. Tuttavia, come hai giustamente detto tu, non si avvicinano nemmeno lontanamente allidea di un sigaro, sia per qualità della materia prima sia per caratteristiche costruttive (sono generalmente fatti a macchina).

    Però spezzo una lancia in favore dei sigaretti della Flor de Selva che sono fatti a mano come i sigari normali, ed infatti sono in assoluto i migliori disponibili qui in Italia.
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 253
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    31-8-2011
    17:23
    Grazie mille a tutti ragazzi! Stavo già iniziando a pensare ai sigaretti, però non sapevo quanto valesse la pena puntare su prodotti di categoria più bassa appunto.

    Che il fumo del sigaro non si inspira lo sapevo già, tranquilli, altrimenti a quest' ora starei ricoverato visto l effetto che il Toscano mi ha fatto così!

    Darò un' occhiata ai sigaretti disponibili nei tabaccai qui in zona, ma avevo già una mezza intenzione di passare da Noli tabacchi a Milano nei prossimi giorni, che ho visto su internet molto fornito specie in fatto di cubani, me lo confermate?

    Agli aromatizzati non ho proprio mai fatto mezzo pensiero, ho subito capito che sono la feccia del tabacco quasi ai livelli di una sigaretta e se proprio voglio fumarmi sapori dolci, fruttati o strani ho pur sempre la sigaretta elettronica.

    C' è comunque qualche tipo/marca di sigaretti in particolare con una concentrazione di nicotina particolarmente bassa? Purtroppo è sempre quella che mi stronca e sono stufo di non gustarmi la fumata per l ansia di come starò dopo.
    Re: Neofita assoluto
    n° 254
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    31-8-2011
    17:41
    Ciao Axies,
    purtroppo valutare la forza nicotinica dei sigaretti delle varie marche non è semplice. Parlando solo dei sigaretti cubani hanno praticamente tutti lo stesso formato e provandoli non ho notato differenze eclatanti nella forza.

    Comunque se vuoi parlare di sigaretti ti consiglio di leggerti, e poi eventualmente postare le tue domande, in una delle due discussioni che si segnalo qui di seguito:

    Cigarillos, sigaretti, ecc. Qualche consiglio...

    Viaggio Fra i Sigaretti Cubani

    Ciao
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 255
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    1-9-2011
    21:57
    Ok, grazie delle dritte!

    Ad ogni mi sapete dire se vale veramente la pena fare un giro da Noli Tabacchi a Milano anche per una piccola consulenza sui primi sigari da acquistare? I tabaccai qui nei dintorni hanno solo sigari di grosse dimensioni in humidor che fanno più vetrina che vendita e non sono granchè esperti..

    Mi ispirava appunto un Romeo y Julieta N°2 Tubos che continuo a sentir dire adatto ai principianti.. Pensavo di partire con un paio di quelli e qualche sigaretto, per avere qualcosa con cui iniziare.. Teniamo conto che io, anche in fasi più avanzate, preferirei non superare i 2, massimo massimo 3, sigari a settimana..
    Re: Neofita assoluto
    n° 256
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    2-9-2011
    0:24
    Mmm, ho visto ora dal banner qui sul sito che a Varese c' è la tabaccheria Imparato, che da sito ho visto ben fornita anche di Mini e Club! Farò un giro da quelle parti magari, mi è anche più vicino!
    Re: Neofita assoluto
    n° 257
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    2-9-2011
    2:14
    Non sono mai stato da Noli, quindi non ti so dire se la loro competenza in fatto di sigari sia tale da affidarti a loro per dei consigli. Magari qualche cliente abituale iscritto al forum potrà aiutarti.
    Per quanto riguarda la Tabaccheria Imparato conosco di persona il proprietario e posso assicurati che la competenza ce lha di sicuro. Da lui puoi anche trovare i sigaretti Flor de Selva che ho menzionato qualche post fa.
    In linea generale, quando vado ad acquistare dalle mie parti, conosco i prodotti che vendono, quindi consigli non ne chiedo. E non ne chiedo nemmeno quando non conosco la tabaccheria... vado con la mia lista della spesa e vedo cosa trovo. E prima di chiedere consigli mi accerto della competenza del tabaccaio. Quando avrai un po' di esperienza anche tu farai presto a capire chi spara cavolate o meno; per il momento preparati una lista e vai dritto per la tua strada.
    Romeo y Julieta Tubos n. 2 e n. 3 vanno bene per iniziare.
    Ciao
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 258
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    5-9-2011
    23:22
    Oggi finalmente sono riuscito a fare un giro alla Tabaccheria Imparato di Varese e posso dire (Senza voler fare pubblicità occulta) che sono stati molto gentili e accurati nel consigliarmi per l acquisto, avendogli spiegato la mia situazione di neofita.
    Come già avevo in mente ho acquistato una scatola di Flor De Selva mini da 20 pezzi (Fatti a mano a foglia intera, bellissimi!) un Romeo y Julieta N°3 Tubos e una scatola da 10 di Romeo y Julieta mini, tutti e tre prodotti che mi hanno confermato ideali per iniziare.

    Ora sto decidendo con cosa iniziare e, viste le dimensioni, partirei dai mini, i RyJ mi hanno detto essere particolarmente leggeri, dite che sono i migliori come partenza a cui poi succedere i Flor de Selva?

    Altra domanda, mi hanno detto che i mini li posso accendere senza prima scaldarli (Si rischierebbe di arrostirli troppo), ma posso anche lasciarli spegnere e riaccendere o, come immagino, acquistano un cattivo sapore alla riaccensione?

    Altra cosa importante: Per ora che cadenza media di fumata dovrei tenere per abituarmi alla nicotina? Vorrei riuscire ad abituarmi progressivamente per arrivare col tempo ad assaggiare anche i formati più grandi, ma non vorrei nemmeno fumare troppo..
    Insomma, vorrei evitare di arrivare ad essere il classico fumatore che si porta sempre addosso la scia d' odore di fumo, limitandomi invece a mantenere il momento della fumata come una pausa di piacere sporadica, magari 2-3 sigari la settimana.. è poco per abituare il mio corpo alla nicotina? Rischio di essere al punto 0 ogni volta che accendo un sigaro?

    Mi affido ai vostri consigli (:
    Re: Neofita assoluto
    n° 259
    BlackHorse
    29/5/2009
    Padova... più o meno...
    Visualizza il profilo di BlackHorse Invia un messaggio privato a BlackHorse
    6-9-2011
    10:55
    Ciao Axies,

    premetto che sono pure io una assoluta neofita del mondo sigari, tabacchi e pipe, quindi, leggi la mia risposta e non prenderla come assoluta verità...
    Piuttosto, ritieni tutto ciò un consiglio, frutto di una personale opinione.

    Allora, ho avuto modo di provare i mini Flor De Selva: sono meravigliosi, ma secondo me per iniziare, forse i mini Romeo y Julieta sono più indicati.
    Quindi inizierei da quelli: conocordo con la tua intuizione.

    Per quanto riguarda il tuo dubbio a proposito di lasciare spegnere e poi riaccendere un mini, posso dirti che fino ad ora con un piccolo formato cosi, alla riaccensione, non mi è mai capitato di sentire cattivi sapori...

    Per i tuoi ultimi dubbi in merito alla frequenza di fumata, lunico valido consiglio che mi sento di darti, è quello di fumare (inizialmente i mini) con un massimo di 2 sigaretti al giorno...vale sempre e comuque la regola madre: fuma quando sei tranquillo, per goderti un intenso momento di relax permettendoti di assaporare e cogliere ciò che senti durante la fumata.

    Ti dico pure di stare tranquillo in merito al fatto di ... evitare di arrivare ad essere il classico fumatore che si porta sempre addosso la scia d' odore di fumo, poichè con i sigari, specialmente se fumati allaperto o in ambienti ben ventilati,la scia d'odore non si forma...

    Infine, la media da te ipotizzata di 2-3 sigari a settimana, non dovrebbe essere una rigida regola: nel senso che secondo me si dovrebbe semplicemente fumare ogni qual volta lo si desidera.

    Non ti preoccupare per il punto 0: poichè man mano fumi, scopri sempre cose nuove e diverse...

    Fumate golose!
    ... " Dalla bellezza dei nostri desideri
    dipende la bellezza della nostra vita."
    Re: Neofita assoluto
    n° 260
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    6-9-2011
    13:01
    Ciao Axies,
    complimenti per i tuoi acquisti
    Comuncia pure dai Romeo y Julieta e senti come va.
    Per quanto riguarda la cadenza di ogni fumata, quella la devi stabilire tu in base alle tue necessità... ognuno di noi ha una sua personale tolleranza alla nicotina. Quindi se stai male, sai che dei diminuire.
    Comunque non ti preoccupare, la classica scia di odore di fumo è tipica delle sigarette, al limite profumerai di tabacco... ma dai, non temere, con 2 o 3 sigari alla settimana non succede nulla

    Ho tenuto per ultimo il discorso dellaccensione perché, da quello che hai scritto (ma forse mi sbaglio), credo sia necessaria una precisazione, al limite poi mi dirai se era necessaria o meno.
    Innanzitutto i mini li puoi pure accendere come una normale sigaretta, senza tirare con troppa foga, però...
    Per quanto riguarda i sigari, invece, tu hai scritto accendere senza prima scaldarli e qui vorrei precisare che scaldare ed accendere un sigaro NON sono 2 operazioni distinte: cioè, un sigaro si accende scaldandolo alla base.
    Non fare come fanno molti che prima lo scaldano un po' giusto per annerire il tabacco alla base e poi, portandosi il sigaro alla bocca, finiscono laccensione tirando copiose boccate con laccendino acceso
    Se vuoi fumarti bene un sigaro, laccensione è un momento fondamentale e delicato che può compromettere la fumata. Alcuni sigari perdonano un'accensione sbagliata, altri te la fanno pagare solo allultimo ed altri ancora non te la perdonano proprio.
    La regola fondamentale per fumare un sigaro è quella di non far mai aumentare troppo la temperatura del braciere, di mantenerla il più bassa possibile: il minimo indispensabile per mantenere il sigaro acceso e farlo bruciare regolarmente. Questa regola va appicata anche allaccensione.
    Insomma, quando laccendino è acceso, non tenere il sigaro in bocca.
    Comunque stai tranquillo, queste cose allinizio sembrano difficili ma poi vengono naturali.
    Se hai bisogno di altri chiarimenti fammelo sapere.
    Buone fumate
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 261
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    6-9-2011
    13:30
    Mmm, mi avete decisamente chiarito ulteriormente le idee! Quindi, a parte i mini che accendo come una sigaretta in pratica, il N°3 come lo devo accendere? Solo avvicinando la fiamma al piede del sigaro per poi spegnere l accendino/fiammifero e iniziare a fumare normalmente? Ho tentato di farlo tempo fa con il toscano, ma non sono mai riuscito ad accenderlo in questo modo, semplicemente annerivo il sigaro in punta.

    Ho seguito praticamente tutte le puntate del Settimanale del sigaro di KillerMaru su Youtube e gli ho sempre visto accendere i sigari (Specie cubani e caraibici) tostandone prima il piede con un jetflame o fiammifero per poi accenderlo tirando.. Dici che quindi dovrei riuscire ad accendere del tutto il sigaro tenendolo semplicemente in mano e non in bocca? Te lo chiedo ulteriormente perchè appunto non essendoci mai riuscito con il toscano mi suona difficoltosa come operazione e l unico effetto che ottengo di solito è la tostatura invece dell accensione..
    Re: Neofita assoluto
    n° 262
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    6-9-2011
    16:28
    Ho visto anch'io quei video; infatti la prima parte va bene ma non quando tira boccate dal sigaro con laccendino ancora acceso... non prenderli per oro colato. Poi ognuno fa come vuole, eh... Io preferisco non rischiare di innalzare la temperatura della combustione e questa scelta si è rivelata la migliore.

    Va bene che il piede del sigaro annerisca, è normale. Tu continua a scaldare, facendo roteare il sigaro, finché non esce del fumo. Scalda più lesterno che linterno del piede. Quando vedi un po' di fumo prova a fare una boccata. Poi ricomincia a scaldare come prima, col sigaro in mano, non in bocca. E via così finché non avrai una bella brace rossa accesa su tutta la base del sigaro. Cerca di scaldare uniformemente tutta la base del sigaro. Se una parte del piede fatica ad accendersi (vedi la brace che non è uniforme) insisti leggermente su quella parte. Devi scaldare solo la base del sigaro, perciò accarezzala con la fiamma e non mettere il sigaro sopra alla fiamma, fallo stare lateralmente alla fiamma, cioè: fiamma verticale, sigaro orizzontale.
    E' difficile da spiegare a parole ma vedrai che fra un po' ti verrà naturale come bere dellacqua.

    Per fumare il sigaro fai delle boccate morbide, senza tirare come un mantice, e soprattutto cadenzate, lascia passare 2 o 3 respiri prima di fare un'altra boccata. Comunque sarà il sigaro a dirti se va bene o no; il fumo deve essere sempre buono e dolce. Se comincia a diventare sgradevole stai fumando troppo caldo. Oppure, se si spegne in continuazione, vai troppo lento. Ogni tanto controlla che il braciere proceda regolare, senza cioè bruciare più da un lato che dallaltro: in quel caso correggi leggermente con laccendino.
    Tutto questo, ovviamente, se il sigaro è fatto bene. Sono prodotti fatti a mano e può darsi che ogni tanto la ciambella non sia riuscita col buco... ti potrebbero capitare dei sigari che tirano poco o niente, ad esempio. Ma non ti scoraggiare, eh?

    Ed ora, Axies, c'è solo una cosa da fare... FUMAAAA... e facci sapere come va, mi raccomando
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 263
    giozh
    20/5/2011
    Visualizza il profilo di giozh Invia un messaggio privato a giozh
    6-9-2011
    19:41
    le accensioni di un toscano e un cubano sono abbastanza differenti. il toscano lo puoi accendere tranquillamente senza troppi complimenti, è piu un sigaro da battaglia, mentre per il cubano devi avere qualche accortezza in piu. ti consiglio di acquistare un accendino jet flame per una migliore accensione. inizialmente tieni la fiamma abbastanza lontana dal piede (facendo roteare il sigaro su se stesso, in modo tale che il calore si distribuisca uniformemente), in modo tale che il tabacco si inizi a scaldare piano piano. dopo alcuni secondi vedrai il tabacco annerirsi. quando lo vedi completamente nero, avvicina la fiamma al piede, e continua a rotearlo, in modo tale da accenderlo uniformemente. a questo punto, io personalmente mi comporto così: porto il sigaro in bocca, do una bella soffiata (occhio, soffio come se stessi gonfiando un palloncino, però piano). se vedo che la superficie è bella rossa e tutta accesa, inizio a dare qualche tirata per farlo prendere meglio. in alternativa, se vedo che non è rosso, sempre col sigaro in bocca, prendo laccendino e lo accendo tipo sigaretta, avendo sempre laccortezza di rotearlo.
    ah, il fatto di rotearlo dipende dalla fiamma che ho a disposizione e dal diametro del siaro stesso.
    Re: Neofita assoluto
    n° 264
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    8-9-2011
    14:45
    Ok, appena finito di fumare un Romeo y Julieta Mini.
    Considerazioni: Nulla di entusiasmante in tutta onestà, un po' anonimo come gusto, sensazione piccante alla lingua (Sicuramente per la mia non avvezzità alla nicotina).

    Inizio a temere di apprezzare di più il profumo del tabacco crudo che non il sapore di quello che brucia.. Anche perchè il sapore che resta in bocca dopo la fumata è una cosa che proprio sopporto poco..
    Re: Neofita assoluto
    n° 265
    Zadig
    13/8/2011
    Visualizza il profilo di Zadig Invia un messaggio privato a Zadig
    8-9-2011
    15:22
    Citazione:

    Axies ha scritto:
    Inizio a temere di apprezzare di più il profumo del tabacco crudo che non il sapore di quello che brucia.. Anche perchè il sapore che resta in bocca dopo la fumata è una cosa che proprio sopporto poco..


    Perbacco, dopo pranzo una bella annusata di sigaro è quello che ci vuole.
    La pipe au papa du Pape Pie pue
    Re: Neofita assoluto
    n° 266
    Axies
    29/8/2011
    Visualizza il profilo di Axies Invia un messaggio privato a Axies
    13-9-2011
    12:39
    Hahaha sì, suona piuttosto ridicolo!

    Comunque ieri sera ho provato anche un Flor de Selva mini e l ho trovato più gustoso e delicato anche se le differenze su formati così piccoli sono pressochè minime.
    Qualcuno mi sa dire più o meno qual è il tempo di fumata di un Romeo N°3? Vorrei evitare di calcolare male i tempi e non riuscire a finirlo o non riuscire a gustarmelo come si deve!
    Qualche abbinamento consigliato? (Rhum, cioccolato.. Non so.. )

    Altra domanda: Fra un Romeo N° 2 e un Toscano Garibaldi ammezzato la differenza di forza è particolarmente spiccata?
    Re: Neofita assoluto
    n° 267
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    13-9-2011
    13:29
    Ciao Axies,
    seppur minime, differenze ce ne sono eccome, soprattutto fra i Flor de Selva e gli altri mini, ma non preoccuparti le noterai ancora meglio fra un po', quando avrai allenato un po' i tuoi sensi.

    Il tempo di fumata per un Romeo n. 3 si aggira allincirca va dai 40 ai 60 minuti, dipende da te. Io so di uno a cui è durato un'ora e mezza ma non so ancora come ha fatto.

    Per quanto riguarda labbinamento io sconsiglierei rum e/o cioccolato. Il Romeo n. 3 è un sigaro abbastanza delicato; rum e cioccolato sono sapori molto forti e più che accompagnare rischiano di coprire e farla da padroni; vanno bene con dei sigari più corposi. Sarebbe più adatto un bel prosecco frizzante ma non chiedermi quale che non sono un esperto di vini... io so solo che ci sta proprio bene.
    Però se vuoi gustare bene il sigaro, almeno per la prima volta di direi di non cercare labbinamento ma di fumarlo da solo e, se vuoi bere qualcosa, vai di acqua frizzante.
    Poi vedi te, io non vengo mica a controllarti... prova un po' gli abbinamenti che vuoi.

    Per lultima domanda ti dico di sì. Il Toscano Garibaldi è più tosto del Romeo n. 2.

    Buone fumate.
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 268
    Francoc
    1/9/2011
    Saronno
    Visualizza il profilo di Francoc Invia un messaggio privato a Francoc
    13-9-2011
    18:04
    Sono andato da un tabaccaio che però non aveva nessuno dei cigarillos a voi citati, allora su suo consiglio ho preso dei davinoff mini, durano 10 minuti comunque buonini

    ciao
    Re: Neofita assoluto
    n° 269
    gibbs
    4/6/2012
    Vicenza
    Visualizza il profilo di gibbs Invia un messaggio privato a gibbs
    22-8-2012
    16:28
    mi inserisco qui perchè ho visto altri col mio stesso problema.

    per curiosità ho voluto provare il sigaro (fumo la pipa da diversi mesi ormai, con poca regolarità ma molta soddisfazione), ed allora leggendo il 3d sui neofiti mi ero diretto per un ammezzato garibaldi.

    siccome in tabaccheria non ce n'erano ho preso una confezione di Toscanelli, quelli classici ammezzati diciamo.

    allora mi piazzo dopo pranzo in veranda (caldo sì, ma allombra e con un buon libro) e per 45 minuti circa va come una meraviglia, buon profumo, buon sentore in bocca, finchè quando mi stavo fumando le dita ho spento.

    bene. tempo tre minuti, sudore freddo, tachicardia, formicolio alle mani. poca nausea, ma nel giro di un'ora ho vomitato lanima. un malessere totale e molto forte.

    siccome da dopo pranzo sono stato male fin tutta la sera, e solo stamani mi sono ripreso, e siccome ho visto che ad altri è successo,mi chiedevo se lunico modo per far passare questa reazione al corpo sia abituarlo alla nicotina (cioè continuando a fumare).

    perchè se così è, il sigaro non lo fumo più.
    ma proprio più, perchè non mi interessa che i sintomi spariscano gradualmente...non voglio proprio che si ripresentino. sono stato troppo male.

    il garibaldi è più leggero?

    con la pipa non mi è mai successo niente di questo, anche se credo sia normale per il ridotto livello di nicotina...
    Re: Neofita assoluto
    n° 270
    1stChild
    4/10/2007
    Vicenza
    Visualizza il profilo di 1stChild Invia un messaggio privato a 1stChild
    22-8-2012
    17:04
    Hei compaesano gibbs, prova magari dei sigari più leggeri.
    Io i Toscanelli li ho provati 2 volte e non mi sono piaciuti. Io di tanto in tanto quando ho voglia di sigaro compro o i sigaretti o i CAO Aroma, davvero buoni! Te li consiglio.
    Se sapessi per certo che qualcuno sta venendo a casa mia col deliberato proposito di farmi del bene, scapperei a gambe levate!

    -Henry David Thoreau-
    Re: Neofita assoluto
    n° 271
    gibbs
    4/6/2012
    Vicenza
    Visualizza il profilo di gibbs Invia un messaggio privato a gibbs
    23-8-2012
    15:23
    più che altro mi chiedo se per ora fumandone un terzo o mezzo potrei evitare i problemi....

    è chiaro che ne sprecherei almeno un paio di confezioni, ma se il mio corpo non si abitua mica posso ammazzarlo ogni volta per 45 minuti di sigaro....

    forse potrei crescere in durezza coi tabacchi da pipa, che sembrano darmi meno fastidio
    Re: Neofita assoluto
    n° 272
    palmery
    1/12/2008
    milano
    Visualizza il profilo di palmery Invia un messaggio privato a palmery
    27-8-2012
    16:16
    ciao gibbs, magari prova un extravecchio, è un pochino più leggero..a me è successo la stessa cosa con un cubano..qualche anno fa..comunque non lo teovo niente male il toscanello..
    preferibilmente toscano..
    Re: Neofita assoluto
    n° 273
    kammello
    15/7/2008
    Verona
    Visualizza il profilo di kammello Invia un messaggio privato a kammello
    29-8-2012
    12:57
    il Garibaldi è sicuramente più leggero, anche dellextra vecchio ed è quello che viene consigliato ai neofiti.
    Re: Neofita assoluto
    n° 274
    gciraso
    5/10/2011
    Noventa Padovana
    Visualizza il profilo di gciraso Invia un messaggio privato a gciraso
    22-11-2012
    11:58
    Ebbene s', lo ammetto, mai fumato con serietà sigari e le poche incursioni sul tema sono state del tutto fallimentari (forse per carenza del prodotto).

    Allora, volendo almeno provare qualcosa e considerando che come fumatore di pipa sono piuttosto agée, cosa consigliereste per cominciare, che mi possa piacere, tenuto conto che fumo per la gran parte flakes di virginia?


    Giovanni
    Prima di muovere la lingua, inserire il cervello (vale anche per le dita).
    Re: Neofita assoluto
    n° 275
    Tonibaruch
    29/10/2011
    Milano
    Visualizza il profilo di Tonibaruch Invia un messaggio privato a Tonibaruch
    22-11-2012
    12:18
    Bella domanda!

    Secondo me è abbastanza inutile cercare parentele tra quello che si fuma in pipa e quello che sifuma arrotolato, hanno gusti diversi e per niente imparentati (ed è giusto che sia così).

    Però

    1) Sei uno che conosce e apprezza il meglio del meglio

    2) Come fumatore di Virginia sei uno che non ha bisogno di cose inutilmente scorbutiche, poi a quanto capisco non sei un fan del Kentucky.

    Ciò restringe il campo, e dice: Avana.

    Dentro gli Avana io cercherei cose belle rotonde, se non vogliamo dire dolci (nel senso di dolcezza, molto relativo, che può avere un Avana). Quindi un bel diametro robusto, che sviluppa bene i profumi. Ma non una lunghezza eccessiva, che annoia a meno di essere avanisti extraconsumati.

    Il mio vaticinio è, in ordine di forza:

    Hoyo de Monterrey Epicure no.2 (molto dolce, relativamente leggero, tende al chiaro, un sigaro ideale come primo sigaro). E' un sigaro largo e tozzo (il nome del formato è: robusto)

    H. Uppmann Magnum 46: un sigaro di forma più normale, un filo più lungo, un po' meno diametro, un po' più di forza e spezie dellEpicure di cui sopra. Sensazionale, IMHO. (è un corona gorda, il mio formato preferito, quando fumavo Avana)

    Partagas Serie D no. 4: E' un robusto come il primo, ma robusto anche di sapore. Generalmente un po' più scuro, più profondo e speziato e forte. Forse il più facile da trovare dei tre, è un'eccellenza assoluta.
    Il mio blog di pipe:
    http://13pipe.blogspot.com
    Re: Neofita assoluto
    n° 276
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    22-11-2012
    12:53
    Caro Giovanni,
    innanzitutto ti consiglio di leggere questo interessantissimo 3D che tratta nello specifico la questione:

    sigari caraibici: percorso del neofita

    Per quanto mi riguarda, dei 3 che ti ha suggerito Toni (il quale spero non se la prenderà) non ne proverei nemmeno uno, almeno allinizio... si tratta di formati piuttosto importanti e pur essendo assodata la tua esperienza con la pipa, te li sconsiglio. La gestione della fumata di un sigaro è fondamentalmente diversa, per quanto il ritmo possa essere simile.
    Io partirei dai sigari indicati al 1° o -meglio- al 2° step dellelenco stilato nel 3D di cui sopra. O almeno da quei formati (il buon Dussin ti potrà comunque suggerire anche altre marche col medesimo formato).
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 277
    Tonibaruch
    29/10/2011
    Milano
    Visualizza il profilo di Tonibaruch Invia un messaggio privato a Tonibaruch
    22-11-2012
    18:15
    Nemo, non me la prendo per niente.

    Ma spero che anche tu non te la prenderai se ribadisco la mia radicale distanza dallapproccio che suggerisci.

    Imho, gciraso ha passato da tempo letà delle rotelline. Può (e dovrebbe) fumare qualcosa che gli dica se loggetto vero della sua curiosità gli interessa oppure no.

    Se fosse a casa mia dopocena, con un cognac in mano, gli offrirei un vero sigaro, veramente buono, uno che fumerei anch'io. Poi vedrebbe lui se gli piace oppure no. Ma almeno avrebbe fumato una cosa seria, rappresentativa di quello che ha voglia di provare.

    Quel tipo di sistematizzazioni che hai postato forse vanno bene dal punto di vista tassonomico. Ammesso che si abbia voglia di perdersi nella tassonomia sigaristica.

    Come percorsi gustativi mi lasciano già molto più perplesso. E' come se per apprezzare larte si dovesse cominciare dai quadretti più minuscoli e insipidi, per approdare alla Cappella Sistina verso i 40 anni.

    Se per ascoltare musica classica dovessi cominciare dal minuetto di Boccherini, per poi graduarsi a Beethoven dopo qualche anno.

    Secondo me non funziona così. Ma proprio per niente. Si comincia dalle cose interessanti, grandi, poi con calma si sistematizza e si esaminano anche le cose minori, e più facili.

    Quando alla conduzione di fumata, un sigaro tipo Avana è un sigaro tipo Avana, fumarme uno che sa di poco non è più facile che fumarne uno buono. Fumarme male uno piccolo, poi, è anche più facile che fumare male un robusto o un corona.

    E tutto sommato non è scienza missilistica specialmente per uno che sa come si fuma nella pipa.


    E tutto ciò con grande simpatia e per puro amore di dibattito scientifico.
    Il mio blog di pipe:
    http://13pipe.blogspot.com
    Re: Neofita assoluto
    n° 278
    Nomenon
    30/9/2010
    Villeneuve (AO)
    Visualizza il profilo di Nomenon Invia un messaggio privato a Nomenon
    22-11-2012
    18:25
    Prendi con le molle il mio parere, non sono un grande esperto...
    I miei primi cubani furono Romeo n. 3 e fonseca delicias, non sono il non plus ultra in fatto di paletta aromatica ed evoluzione, sono semplici, abbastanza leggeri ma non banali, e penso che proprio la semplicità li renda adatti come inizio.
    E comunque non sono dei La piedra o guantanamera che personalmente ritengo davvero scadenti...
    Buone fumate
    Re: Neofita assoluto
    n° 279
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    22-11-2012
    21:18
    @ Toni

    A questo punto consigliamo ai neofiti della pipa una bella Rasmussen e dei gran flake di Gawith...
    Non considero Giovanni un neofita alle prime armi ma, se le sue esperienze pregresse sono state fallimentari, allora è il caso di capire il perché, forse partendo dalle basi.
    Poi, un piccolo appunto: non considerare i piccoli formati dei veri sigari mi pare davvero poco corretto. I piccoli formati offrono una esperienza di fumata diversa, ma non per questo inferiore.
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..
    Re: Neofita assoluto
    n° 280
    Nemo1976
    5/10/2007
    Visualizza il profilo di Nemo1976 Invia un messaggio privato a Nemo1976
    23-11-2012
    11:47
    @ Toni

    Voglio ampliare il mio post precedente scritto ieri sera di fretta ed in casa d'altri, per giunta...

    Quello che intendevo dire è che per iniziare con i sigari (ma anche con la pipa ed in genere con ogni cosa) è sempre bene partire da un livello di qualità quanto meno buono: né con schifezze, che rischierebbero di rovinare irrimediabilmente lesperienza, né con la migliore qualità, in quanto limpreparazione non consentirebbe di trarne il più profondo godimento e di assaporarne le infinite sfumature destinate ad un palato più allenato.

    Capisco che Giovanni non abbia bisogno delle rotelline ma lesperienza acquisita in campo pipa potrebbe non rivelarsi completamente utile in quello, seppur simile, dei sigari. Magari ci sarà una sorta di corsia preferenziale ma un minimo di assestamento ci vuole. Dico, non ho consigliato a Giovanni dei Dannemann o dei Wintermans, bensì degli Habanos... inoltre, mica deve fare per forza tutto il percorso alla lettera, è solo un'indicazione di massima, per carità.

    E poi, Toni, dai... lo sai benissimo che alle volte, anche dando il meglio (tipo una D. ), ti può capitare qualcuno che ti dice che sia una schifezza dopo un paio di utilizzi...
    Non dico che possa essere il caso di Giovanni, assolutamente no, però può darti un'idea del perché della mia linea di pensiero.

    Poi, alla fin fine, ognuno può fare quel che vuole ma se per esempio io avessi loccasione di fare un giro su una Ferrari da Formula 1 mi piacerebbe sfruttarla fino in fondo e non correrci come se avessi una macchinina a pedali...
    Eh ma... te gavarè da pasare pa' i me campi prima o dopo, mòro...

    G.M. alias B.H.

    .NDR..

    ENTRA-IN-CHAT

    chi è in chat ora?

    Manuali-per-i-novizi

    Pronto Soccorso Novizi



    Link per il Novizio

    Tutti i dubbi del novizio
    Scelta della prima pipa
    Accessori per la pipa
    Il tabacco per iniziare
    Caricamento della pipa
    Accensione della pipa
    L'acquerugiola
    Bruciori alla lingua
    Manutenzione della pipa
    Costruire la pipa
    I fltri
    Presentati nel forum!
    Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
    Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
    Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
    L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

    © Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017