Iscriviti su FLP! »

Gadget-FLP


Contattaci

Webmaster
 
admin

Soci online

Dettaglio degli utenti online Iscritti: 0
Visitatori: 13

il Forum di FLP

Indice »  Manutenzione
Pulizia del fornello...
n° 1
AlbertoRossi
22/1/2005
Castelfranco Veneto (TV)
Visualizza il profilo di AlbertoRossi Invia un messaggio privato a AlbertoRossi
30-1-2005
20:48
Ciao a tutti! Volevo un vostro parere... Io quando finisco la fumata e quindi mi metto a pulire la pipa, per il fornello faccio una pallottolina di carta igienica o di scottex che poi giro allinterno per pulire bene la superficie ma mi chiedevo: non è che tutto questo possa prolungare (anche allinfinito) il tempo di rodaggio della piccola??



Grazie,

Alberto

[addsig]
"I move in silence, speak with violence, think with science, live free and walk with lions!"
Pulizia del fornello...
n° 2
Hank
23/2/2004
Roma
Visualizza il profilo di Hank Invia un messaggio privato a Hank
30-1-2005
21:24
Tranquillo, è unoperazione che svolgono in molti.

E poi stiamo parlando di carta igienica, non di carta vetrata: non farà del male alla crosta. Lunico inconveniente potrebbe essere rappresentato da piccoli filamenti di cellulosa che rimangono aggrappati alle asperità della crosta.

Io (ma non è detto che sia la cosa migliore da fare, eh?) una volta vuotata la cenere dò unenergica soffiata dal bocchino (dopo aver passato, se sento che cè acquerugiola, uno scovolino), poi un paio di colpetti sul palmo della mano e decido che ho fatto abbastanza per la pulizia della pipa.





[addsig]
All'attacco miele e tabacco e vino nero contro l'acidità (Bandabardò)

Nella pipa il filtro serve ad assorbire una parte dell'umidità che provoca esso stesso...
Pulizia del fornello...
n° 3
AlbertoRossi
22/1/2005
Castelfranco Veneto (TV)
Visualizza il profilo di AlbertoRossi Invia un messaggio privato a AlbertoRossi
30-1-2005
21:56
Ok! Grazie mille... Ma un dubbio mi affligge: una volta rodata la pipa, cambia anche il sapore delle fumate successive??



Grazie, notte.

Alberto[addsig]
"I move in silence, speak with violence, think with science, live free and walk with lions!"
Pulizia del fornello...
n° 4
Hank
23/2/2004
Roma
Visualizza il profilo di Hank Invia un messaggio privato a Hank
30-1-2005
22:09
In teoria migliora. Si è formato uno strato di crosta che isola il legno vero e proprio. Non si sente più (se anche si fosse sentito) il sapore di legno bruciacchiato, la crosta con la sua porosità isola fa in modo che meno calore venga trasmesso allesterno. Le varie escursioni termiche hanno fatto in modo che eventuali microfessure si siano riempite di carbone...



Poi... con ogni pipa la storia è diversa. E possono capitarti pipe buone da subito o altre che ti sembrano nuove alla quarta scatola di tabacco.



E inoltre una scuola di pensiero dice che IL RODAGGIO NON ESISTE!!!!





[addsig]
All'attacco miele e tabacco e vino nero contro l'acidità (Bandabardò)

Nella pipa il filtro serve ad assorbire una parte dell'umidità che provoca esso stesso...
Pulizia del fornello...
n° 5
aussie79
10/11/2003
Padova
Visualizza il profilo di aussie79 Invia un messaggio privato a aussie79
31-1-2005
10:52
Ti dirò che faccio anchio sempre la stessa procedura di pulizia praticata da te e non ho mai avuto problemi, anzi.........

Pulizia del fornello...
n° 6
Guest_Anonimo
Visualizza il profilo di Anonimo Invia un messaggio privato a Anonimo
31-1-2005
12:01
Lo faccio anche io, con lo scottex.

Anche perchè la cenere che rimane sulle pareti del fornello pregiudicherebbe le fumate successive...
Pulizia del fornello...
n° 7
jackpino
26/11/2004
Brindisi
Visualizza il profilo di jackpino Invia un messaggio privato a jackpino
31-1-2005
13:48
Citazione:

Il 2005-01-30 22:09, Hank ha scritto:

In teoria migliora. Si è formato uno strato di crosta che isola il legno vero e proprio. Non si sente più (se anche si fosse sentito) il sapore di legno bruciacchiato, la crosta con la sua porosità isola fa in modo che meno calore venga trasmesso allesterno. Le varie escursioni termiche hanno fatto in modo che eventuali microfessure si siano riempite di carbone...



Poi... con ogni pipa la storia è diversa. E possono capitarti pipe buone da subito o altre che ti sembrano nuove alla quarta scatola di tabacco.



E inoltre una scuola di pensiero dice che IL RODAGGIO NON ESISTE!!!!





[addsig]


Sono discepolo convinto di questa scuola di pensiero. Un po' di riguardo ci vuole, ma non facciamoci venire angoscie. Tanto se la pipa è buona, è buona sempre.
L'aspetto delle cose varia secondo le emozioni,
e così noi vediamo magia e bellezza in loro:
ma bellezza e magia, in realtà, sono in noi. (Gibran)
Pulizia del fornello...
n° 8
Benk
17/1/2005
Chiavenna
Visualizza il profilo di Benk Invia un messaggio privato a Benk
31-1-2005
14:57
Anche io pulisco il fornello così ma ho sempre alcuni problemi:

1-Uso spesso pipe con il fornello stretto e profondo, il che mi da problemi sia di caricatura che di pulizia.

2-il liquido nettapipe va usato ogni volta? è buono il nettapipe della Savinelli? xkè io ho comprato quello della Brebbia (giallo ) e il sapore che lascia nella pipa è schifoso.

3-Il mio problema più serio é quello della combustione: ho provatoa fumare tanti tipi di tabacco con diversae umidità e temperature, ho fatto essicare sul calorifero il tabacco xkè non riuscivo a farlo rimanere acceso....le mie pipe si spengono Sempre dopo 1 minuto dall accensione, comer mai devo tirare come un aspirapolvere per farla rimanere accesa......datremi qualche dritta![addsig]
Pulizia del fornello...
n° 9
marcof
6/9/2002
milano
Visualizza il profilo di marcof Invia un messaggio privato a marcof
31-1-2005
15:01
dopo aver passato i tradizionali due scovolini,

e una bella soffiata a pipa vuota,

io al fornello do solo unocchiata :

se la crosta e storta e fortemente irregolare , gli do una puntatina di curapipe, se no il fornello sta cosi come.



marcof
Pulizia del fornello...
n° 10
marcof
6/9/2002
milano
Visualizza il profilo di marcof Invia un messaggio privato a marcof
31-1-2005
15:02
dopo aver passato i tradizionali due scovolini,

e una bella soffiata a pipa vuota,

io al fornello do solo unocchiata :

se la crosta e storta e fortemente irregolare , gli do una puntatina di curapipe, se no il fornello sta cosi come.



marcof
Pulizia del fornello...
n° 11
LupoGeneroso
17/4/2004
Abano Terme (PD)
Visualizza il profilo di LupoGeneroso Invia un messaggio privato a LupoGeneroso
31-1-2005
15:20
Citazione:

Il 2005-01-31 14:57, Benk ha scritto:

Anche io pulisco il fornello così ma ho sempre alcuni problemi:

1-Uso spesso pipe con il fornello stretto e profondo, il che mi da problemi sia di caricatura che di pulizia.

2-il liquido nettapipe va usato ogni volta? è buono il nettapipe della Savinelli? xkè io ho comprato quello della Brebbia (giallo ) e il sapore che lascia nella pipa è schifoso.

3-Il mio problema più serio é quello della combustione: ho provatoa fumare tanti tipi di tabacco con diversae umidità e temperature, ho fatto essicare sul calorifero il tabacco xkè non riuscivo a farlo rimanere acceso....le mie pipe si spengono Sempre dopo 1 minuto dall accensione, comer mai devo tirare come un aspirapolvere per farla rimanere accesa......datremi qualche dritta!


1 qui ti attacchi, perche se sei agli inizi e il caso che prendi pipe con fornelli di medie dimensioni e forme normali tutto cio che discosta e una complicazione se non sei ancora abituato a padroneggiare la tecnica di fumata



2) il liquito sarebbe indicato usarlo per le pulizie periodiche (chi le fa ogni settimana, chi ogni mese, chi ogni anno, chi come me una volta ogni anno la cui cifra finisce per 2475 o quasi...); comunque diciamo una volta ogni mese, due, prendi, smonti la pipa e solo su cannello e bocchino con uno scovolino leggermente umido passi il foro, poi uno asciutto e unaltro scovolino asciutto, per asciugare bene; qualche giorno di riposo, e se non subito, dopo un paio di fumate il saporaccio non si dovrebbe sentire; anche il savinelli a detta di chi lha provato fa schifo; io e altri usiamo superalcolici a gusto o alcool alimentare; limportante e non farci il bagno alla pipa, e asciugare; poi lasciare riposare qualche giorno.



3) questa e una cosa quasi criminale, il calore non e che faccia benissimo al tabacco (che tra laltro, se non ricordo male, e oltre essere una matria organica, va anche a tostarsi quasi...)

se devi seccarlo lo lasci ben steso su un foglio di carta per qualche ora. Ma dato il tuo problema, mi sa che non e un discorso di umidita del tabacco, forse e un discorso di carica; non e che carichi troppo serrato (o sciolto, anche se penso piu la prima, dato che se tiri stile asiprapolvere, ti fi una crica in un tiro)????

Prova a caricare piu sciolto, premi meno; insomma il tiraggio dovrebbe essere a via di mezzo tra la pipa vuota e la pipa carica col tabacco pressato fortissimo; comincia con la via di mezzo, poi trovi il tuo serraggio ottimale; [addsig]
Ohayo gozaimasu

Io so esattamente dov'è il mio asciugamano
Pulizia del fornello...
n° 12
Hologon
16/12/2004
Visualizza il profilo di Hologon Invia un messaggio privato a Hologon
31-1-2005
15:27
Solitamente pulisco il fornello dopo la fumata con uno scovolino piegato in due; le grandi pulizie le faccio con grappa quando mi rendo conto che aspirando a fornello vuoto la pipa il sapore è tutto tranne che buono... il che succede circa ogni due mesi con le pipe che fumo regolarmente.[addsig]
Pulizia del fornello...
n° 13
lothielyn
29/12/2004
Venise
Visualizza il profilo di lothielyn Invia un messaggio privato a lothielyn
31-1-2005
15:30
ehm io non pulisco mai la mia bella con liquidi strani, è grave? [addsig]
Pulizia del fornello...
n° 14
Biz
7/5/2004
Genova
Visualizza il profilo di Biz Invia un messaggio privato a Biz
31-1-2005
15:47
Assolutamente no, anzi... tutta salute!!

Purchè tu pulisca al termine di ogni fumata SEMPRE la tua pipa, soffiando con forza nel cannello e scovolinandolo con cura.



Devi poi farti un esame di coscienza: sei un fumatore asciutto o bagnato? Nel primo caso difficilmente imbratterai il cannello della tua pipa con catrame, fonte di cattivi odori e sapori, e addirittura di restringimenti del condotto del fumo.

Nel secondo caso, una passatina ogni tanto con scovolini ruvidi intinto in grappa o alcool buongusto è consigliata. Insisti finchè lo scovolino non venga fuori pulito, passane uno morbido, e lascia asciugare.

Pulizia del fornello...
n° 15
Koos
19/1/2003
Sondrio/Varese
Visualizza il profilo di Koos Invia un messaggio privato a Koos
31-1-2005
16:47
Mi limito a pulire il fornello con uno scovolino piegato in due per togliere i residui di tabacco e unenergica soffiata...
Pulizia del fornello...
n° 16
William
5/2/2005
Visualizza il profilo di William Invia un messaggio privato a William
10-2-2005
11:31
ho delle pipe non fumate da parecchi anni che ho intenzione di utilizzare. come mi consigliate di pulire il fornello dato che devo fare una bella pulizia?

inutile dire che mi accingo a fare le mie prime pipate.

grazie mille
Pulizia del fornello...
n° 17
mificrozet
6/9/2004
Visualizza il profilo di mificrozet Invia un messaggio privato a mificrozet
10-2-2005
11:49
E capitato anche a me ... direi una bella scovolinata con alcool per bocchino e cannello e per il fornello io ho passato più e più volte della carta arrotolata, soffiato e ripassato carta, alla fine la prima fumata era comunque un po' polverosa ma dopo qualche fumata era tutto a posto, sono gli inconvenienti dell'inattività ...[addsig]
Pulizia del fornello...
n° 18
William
5/2/2005
Visualizza il profilo di William Invia un messaggio privato a William
10-2-2005
13:14
penso intendi alcool per liquori giusto?

quindi è inutile prendere un liquido apposta per pipe?

grazie ancora
Pulizia del fornello...
n° 19
mificrozet
6/9/2004
Visualizza il profilo di mificrozet Invia un messaggio privato a mificrozet
10-2-2005
13:21
Lalcool per liquori va benissimo ma anche il liquore direttamente, ad esempio una grappa ...[addsig]
Re: Pulizia del fornello...
n° 20
pagu
8/4/2011
Visualizza il profilo di pagu Invia un messaggio privato a pagu
9-4-2011
20:27
Buona sera a tutti. Sono nuovo e non fumo la pipa da molto. Mi hanno regalato una Adsorba acquistata al museo di Scherlock Holmes a Londra con del tabacco Patterson irlandese. Trovavo buona sia la pipa che il tabacco finché laltro giorno ho provato a raschiare il fornello e ora le fumate sono pessime. premetto che non lho raschiata in maniera molto omogenea. Che ne pensate? dovrò attendere qualche fumata e poi ritorna come prima o lho rovinata? grazie.
Patrik
Re: Pulizia del fornello...
n° 21
kentucky
22/1/2011
Conegliano
Visualizza il profilo di kentucky Invia un messaggio privato a kentucky
11-4-2011
18:41
Ciao Pagu,
non credo tu l abbia rovinata, però visto che hai iniziato a raschiarla ti conviene rendere l opera omogenea. Dopodichè ti consiglierei di usarla alcune volte con un tabacco naturale in modo da formare una nuova crosta 'neutrà. Vedrai che la tua pipa tornerà agli antichi splendori.
Re: Pulizia del fornello...
n° 22
komponist
22/4/2011
Napoli
Visualizza il profilo di komponist Invia un messaggio privato a komponist
19-7-2011
22:40
io, da poco però, dopo una fumata faccio raffreddare un po' e poi passo uno scovolino nel bocchino(che risulta sempre sporco soprattutto nella parte più vicina alla bocca). il giorno dopo passo uno scottex nel fornello per togliere la cenere maleodorante.

Problema: se inserisco il dito nei fornelli delle mie pipe sento che la superfice non è liscia, ma molto irregolare. cosa vuol dire?
Komponist
Re: Pulizia del fornello...
n° 23
Daniele_GE
6/4/2011
Genova
Visualizza il profilo di Daniele_GE Invia un messaggio privato a Daniele_GE
20-7-2011
10:02
Io ho notato che ligiene delle mie pipe migliora di molto da quando ho labitudine di passare uno scovolino durante la fumata.

Partendo dal bocchino lo faccio arrivare sino a contatto col tabacco, si beve un po' di acquerugiola della fumata e lascia la pipa bella pulita!
Saluti da Genova
Re: Pulizia del fornello...
n° 24
Istrice
1/5/2009
Senigallia-(an)
Visualizza il profilo di Istrice Invia un messaggio privato a Istrice
20-7-2011
16:02
Vuol dire che si sta formando una crosta protettiva per il legno, cioè dalle bruciature, ein piu quando si sarà formato uno strato sufficentemente spesso oltre a essere più buona la pipa sarà anche più asciutta ciao

Citazione:

komponist ha scritto:
io, da poco però, dopo una fumata faccio raffreddare un po' e poi passo uno scovolino nel bocchino(che risulta sempre sporco soprattutto nella parte più vicina alla bocca). il giorno dopo passo uno scottex nel fornello per togliere la cenere maleodorante.

Problema: se inserisco il dito nei fornelli delle mie pipe sento che la superfice non è liscia, ma molto irregolare. cosa vuol dire?
Diffida sempre.. non importa di chi, in questo mondo conta solo il tuo portafogli.
Io con la mia pipa non sono mai solo !
Re: Pulizia del fornello...
n° 25
simone123
13/10/2011
Venaria Reale
Visualizza il profilo di simone123 Invia un messaggio privato a simone123
16-10-2011
16:30
Anche io oggi mi sono posto questo problema..dopo la fumata, ho lasciato raffreddare un po', ho tolto la cenere, pulito il fornello con lo scottex e soffiato molto forte a pipa smontata, dando una piccola raschiatina con il curapipe..Ho limpressione, però, che le pareti del fornello siano, come dire, un pochino appiccicaticcie, può succedere? Non so se mi sono fatto capire, in ogni caso considerate che sarà la decima fumata con questa pipa...oltre che la decima della mia vita
Re: Pulizia del fornello...
n° 26
drive
25/2/2010
FERRARA
Visualizza il profilo di drive Invia un messaggio privato a drive
16-10-2011
22:14
Interessante 3d, quello della pulizia del fornello.
L'esperienza mi fa fare questo nettoyage piuttosto raramente in modo approfondito e solo quando si è formato un notevole crostone.
Altrimenti utilizzo uno scovolino abrasivo piegato a U, per mantenere una rodatura sottile.
C'è da dire però che la raschiatura della crosta, una volta effettuata, cambia in meglio le successive fumate,
esaltando le peculiarità e le differenze dei vari tabacchi.
Salute a tutti!
Re: Pulizia del fornello...
n° 27
noguru
12/1/2011
UTENTE BANNATO
Visualizza il profilo di noguru Invia un messaggio privato a noguru
17-10-2011
12:55
Caro simone123 io, al contrario di molti, la cenere dalle pareti del fornello non la rimuovo perché ho limpressione che assorba lumidità della crosta. Vanno rimossi ovviamente i frustoli di tabacco incombusto che altrimenti verrebbero incorporati nella crosta stessa e potrebbero contribuire a una sua eventuale crepatura.
Quanto a
Citazione:
Ho limpressione, però, che le pareti del fornello siano, come dire, un pochino appiccicaticce, può succedere?

ciò a mio parere può derivare dal fatto che il tabacco non brucia per tutta la sua sezione e le pareti vengono raggiunte pertanto dagli oli e vapori della combustione, ma non allo stesso tempo asciugate dal calore della brace perché non è a contatto. Prova a curare in maniera particolare che il tabacco sia acceso e bruci su tutta la superficie; secondo me avrai allora una crosta asciutta.
-È meglio non saper né leggere né scrivere che saper leggere e scrivere e non esser capaci d'altro- (William Hazlitt)

-Le teste dei servi sciocchi cadono sempre prima di quelle dei loro Padroni-
Re: Pulizia del fornello...
n° 28
gciraso
5/10/2011
Noventa Padovana
Visualizza il profilo di gciraso Invia un messaggio privato a gciraso
17-10-2011
13:20
Personalmente dopo una fumata passata di scovolino in bocchino e cannello e passata leggera nel fornello.
La crosta io la lascio al minimo, quanto basta per rendere la fumata migliore e scaldare poco. Lo spessore cambia da pipa a pipa, ma ho sperimentato che croste importanti peggiorano la fumata.

Importante: quoto quanti mi hanno preceduto sulla combustione del tabacco, assolutamente uniforme e regolare su tutta la superficie ed uso prudente del pigino.

Giovanni
Prima di muovere la lingua, inserire il cervello (vale anche per le dita).
Re: Pulizia del fornello...
n° 29
Lattementa
13/10/2011
Pinarolo Po - Italia
Visualizza il profilo di Lattementa Invia un messaggio privato a Lattementa
11-11-2011
22:09
.. sono lunico che una volta al mese pulisce in modo Estremamente delicato e leggero con carta vetra fine il fornello? trovo le fumate successive molto più pulite, fresche, ho la sensazione di apprezzare di più i tabacchi..
Re: Pulizia del fornello...
n° 30
fgiuffrida
30/10/2011
Roma
Visualizza il profilo di fgiuffrida Invia un messaggio privato a fgiuffrida
18-12-2011
22:48
Sono un novizio permanente: ricomincio a periodi a fumare da quasi trent'anni ... Ultimamente ho ripreso con due-tre fumate a settimana. Ho una decina di pipe. Quando finisco di fumare asciugo bene con lo scovolino bocchino, cannello e, piegandolo, anche il fornello (eventualmente con un fazzolettino di carta). Quando poi torno a casa (la sera ma anche il giorno dopo) pulisco bocchino e cannello con la grappa e strofino bene linterno del fornello con uno straccetto imbevuto di grappa. Asciugo subito bene, guardando, tutto e lascio asciugare almeno un paio di giorni. ho una sola pipa con una imponente ed irregolare crosta (ha circa 25 anni e la fumavo senza alcun ritegno) sono tentato di scartavetrarla ... attendo consigli. Grazie!
Re: Pulizia del fornello...
n° 31
CryptLord
3/10/2011
Visualizza il profilo di CryptLord Invia un messaggio privato a CryptLord
19-12-2011
1:44
Mah, io uso il metodo Lupogeneroso.. Per ora non ho mai pensato a disinfettare le pipe ogni tot mesi.. O.o
Re: Pulizia del fornello...
n° 32
gciraso
5/10/2011
Noventa Padovana
Visualizza il profilo di gciraso Invia un messaggio privato a gciraso
19-12-2011
8:11
fgiuffrida. scartavetra, scartavetra. Io non mi farei troppi problemi nella pulizia ossesva della pipa, uno scovolino a fine fumata ed eventuale passata sul bocchino basta e avanza.
Poi, ognuno si regoli come creda.

Giovanni
Prima di muovere la lingua, inserire il cervello (vale anche per le dita).
Re: Pulizia del fornello...
n° 33
DePaip
17/1/2012
Visualizza il profilo di DePaip Invia un messaggio privato a DePaip
20-1-2012
10:21
ma la pulizia del fornello, per esempio con scovolino assorbente ripiegato ad U va fatta sobito dopo la fumata... o a pipa fredda?

e per pipa fredda si intende dopo 5-6 min dallo spegnimento o dopo piu tempo?

grazie
Re: Pulizia del fornello...
n° 34
gciraso
5/10/2011
Noventa Padovana
Visualizza il profilo di gciraso Invia un messaggio privato a gciraso
20-1-2012
11:03
Io lo scovolino nel fornello ce lo passo a fine fumata, ma se me ne dimentico non succede niente, lo faccio alla successiva.


Giovanni
Prima di muovere la lingua, inserire il cervello (vale anche per le dita).
Re: Pulizia del fornello...
n° 35
Cis
11/10/2011
Brescia
Visualizza il profilo di Cis Invia un messaggio privato a Cis
20-1-2012
11:58
Buongiorno a tutti... Io passo lo scovolino (mediamente abrasivo, uso quelli a strisce blu e bianchi della vauen...) piegato a U per evitare una eccessiva crosta. Poi ognuno fa quello che vuole.

Cis
Un paese che si tassa nella speranza di essere prospero è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico!


Tutto il resto è diarrea verbale.
Re: Pulizia del fornello...
n° 36
Mattia1979
7/1/2012
Alta Val Seriana (BG)
Visualizza il profilo di Mattia1979 Invia un messaggio privato a Mattia1979
21-1-2012
15:37
1. Meglio pulire poco e delicatamente (fornello) che spesso e grezzamente.

2. A caldo si può pulire la pipa come si vuole ma SENZA SMONTARLA.

3. Non bagnare il fornello.

Saluti
Ragazzo, con quella faccia questo buon whisky me lo fai diventare piscio...
[Il mitico Lee Marvin in "Caccia Selvaggia"]
Mio profilo Google+
Re: Pulizia del fornello...
n° 37
gciraso
5/10/2011
Noventa Padovana
Visualizza il profilo di gciraso Invia un messaggio privato a gciraso
21-1-2012
16:05
E che ci mettete nel fornello? acqua?



Giovanni
Prima di muovere la lingua, inserire il cervello (vale anche per le dita).
Re: Pulizia del fornello...
n° 38
tanins82
1/1/2012
Visualizza il profilo di tanins82 Invia un messaggio privato a tanins82
21-1-2012
17:08
Condivido a pieno le idee di:

gciraso
noguru




Basta semplicemente uno scovolino per bocchino e fornello.

In aggiunta una soffiatina nel bocchino e il controllo rudimentale con lindice allinterno del fornello per i residui di tabacco. Nel caso di residui passatina col cucchiaino del tris cura pipe.
Infine una volta ogni due o tre anni leggerissima pulizia del fornello con finissima cartavetro.
Re: Pulizia del fornello...
n° 39
Mattia1979
7/1/2012
Alta Val Seriana (BG)
Visualizza il profilo di Mattia1979 Invia un messaggio privato a Mattia1979
21-1-2012
20:08
fgiuffrida scrive:Quando poi torno a casa (la sera ma anche il giorno dopo) pulisco bocchino e cannello con la grappa e strofino bene linterno del fornello con uno straccetto imbevuto di grappa.

Bocchino e cannello ok grappa, fornello NO ! Nessun liquido nel fornello !

x gciraso: se ho specificato di non bagnare il fornello è perchè c'è qualcuno che pensa erroneamente che sia giusto farlo, non me lo sono sognato. So di gente che ha lavato la pipa sotto il rubinetto..... a ripensarci mi viene ancora da ridere ma se si possono evitare certe pratiche è meglio...
Ragazzo, con quella faccia questo buon whisky me lo fai diventare piscio...
[Il mitico Lee Marvin in "Caccia Selvaggia"]
Mio profilo Google+
Re: Pulizia del fornello...
n° 40
Nomenon
30/9/2010
Villeneuve (AO)
Visualizza il profilo di Nomenon Invia un messaggio privato a Nomenon
21-1-2012
20:17
per il fornello, molto spesso dopo averlo svuotato lo passo per bene con il dito che meglio si adatta al diametro, un po' agricolo ma funziona...
Re: Pulizia del fornello...
n° 41
cliff0rd
11/1/2012
Como - Italia
Visualizza il profilo di cliff0rd Invia un messaggio privato a cliff0rd
22-1-2012
13:03
Dal basso della mia inesperienza utilizzo il metodo descritto da Lupo nei 3 video su youtube e per ora mi trovo molto bene.

Una volta ogni tanto, penso che raschierò un po'la crosta se mi sembrerà troppa o irregolare ma per ora usando questo metodo non visto tendenze ad aumenti di crosta.

Ogni tanto però pulisco linterno con uno scottex avvolto intorno al dito, per levare i pelucchi dello scovolino, dato che misteriosamente alcuni lasciano più peli nel fornello che il mio cane nero sul pavimento bianco di casa...


Fumate pulite (senza essere maniacali)
Sulle strade nuove ci vuole una pipa...e non esistono strade vecchie!

Ogni guru a suo tempo è stato niubbo...
Re: Pulizia del fornello...
n° 42
LucP
6/9/2012
Forli
Visualizza il profilo di LucP Invia un messaggio privato a LucP
26-7-2017
10:07
Ultimamente molte mie pipe han perso la loro particolare caratteristica di bonta' che le contradistinghe.
Al principio mi chiedevo quale fosse la causa , forse il caldo eccessivo del periodo? Eppure sentivo poco di quei meravigliosi tabacchi anche fumando in casa al fresco.
Spesso ho creduto di esser io , che magari sto fumando troppo non assaporando piu' l' aroma.
Poi negli ultimi giorni ho Compreso la causa - troppa crosta e la radica non funziona- cosi',con pezzetto di cartavetrata arrotolata tipo pila a stilo,
ho tolto un bel po di crosta.
In alcune sono andato giu' abbastanza, tanto che dovro' fare attenzione a che non si brucino...come fossero nuove.
Era un bel po che non gli davo una rettificata!

ENTRA-IN-CHAT

chi è in chat ora?

Manuali-per-i-novizi

Pronto Soccorso Novizi



Link per il Novizio

Tutti i dubbi del novizio
Scelta della prima pipa
Accessori per la pipa
Il tabacco per iniziare
Caricamento della pipa
Accensione della pipa
L'acquerugiola
Bruciori alla lingua
Manutenzione della pipa
Costruire la pipa
I fltri
Presentati nel forum!
Il regolamento di FLPConsulta la mappa del sito per orientarti meglio nei contenutiScrivici per i problemi tecnici
Questo sito, consapevole dei danni provocati dal fumo, non lo incoraggia, ma si confronta sulla cultura del lento fumo e il piacere collezionistico della pipa.
Per il suo contenuto, www.fumarelapipa.com si rivolge a soggetti adulti e responsabili.
L’accesso è vietato, pertanto, ai minori di 18 anni!

© Copyright 2017 www.fumarelapipa.com 2002 | 2017